A Reggio Emilia due location per la Mostra: Beyond the Border

Reggio-Emilia-Beyond-the-Border

11 ottobre – 5 dicembre 2014

Viale Allegri n. 6 – Palazzo Gobbi, via dei Gobbi n. 3 (RE)

L’Associazione Culturale A.p.s. Lunatici e i curatori Giulia Daolio e Domenico Russo¹ promuovono e organizzano, con il patrocinio del Comune di Reggio Emilia – Assessorato alla Cultura, il progetto Beyond The Border (Oltre il confine) che raccoglie quattro monografiche nate dalla necessità di far emergere una tematica attuale, quella dell’emigrazione, quale elemento principale della nostra epoca.

Parliamo di una forza in grado di smuovere fasci ed intrecci sociali e geografici, segnando e modificando gli assetti globali. L’individualità è costantemente messa alla prova: chi è costretto ad abbandonare la terra natale deve lottare per la salvaguardia del sé e delle proprie radici, trovandosi spesso sorpreso dalle proprie capacità di adattamento e dai risultati inaspettati che questa prova propone. L’artista di questo periodo cerca il proprio spazio nel mondo dell’arte mettendo in pratica le stesse dinamiche d’integrazione dell’individuo nella società. La ricerca di una galleria, ad esempio, o dei vari canali che contribuirebbero all’assunzione di una collocazione precisa nella storia dell’arte, è fondamentale granitica routine a cui è sottoposto l’artista.

La mostra si svolgerà in Viale Allegri 6 a Reggio Emilia dove ogni artista esporrà la sua ultima ricerca e Via dei Gobbi 3, presso Palazzo Gobbi. Quest’ultima location è abitata da altri artisti che ci stazionano con i propri atelier. Con lo spostamento, di artisti e pubblico, da una sede all’altra sarà messa in evidenza l’idea di migrazione, di sconfinamento e in fine di integrazione, convivenza e cooperazione.

Il concetto non si applica solamente alla pianificazione logistica dell’evento ma anche alle scelte curatoriali che si orientano in una direzione di confronto tra giovani artisti legati al territorio reggiano (Antonio Cavicchioni, Angelo Massaro) e artisti provenienti da differenti contesti geografici e culturali quali Spagna (Felix Curto) e Albania (Erjon Nazeraj+Valentina Scaletti). Nello spazio situato in Viale Antonio Allegri n. 6 (adiacente al teatro Ludovico Ariosto, nella zona di Piazza della Vittoria) ogni singolo artista esporrà la sua serie inedita realizzata ad hoc sul tema della mostra attraverso una monografica di 10 giorni:

Erjon Nazeraj + Valentina Scaletti 11/10 h 18,00 

Antonio Cavicchioni 25/10 h 18,00

Angelo Massaro 08/11 h 18,00

Felix Curto 22/11 h 18,00

a cui poi seguirà lo sconfinamento di alcune opere di questi nella sede di via dei Due Gobbi n. 3 dove entreranno in relazione con il contesto degli abitanti/artisti residenti evocando, in questo modo, l’idea di mescolanza cosmopolita.

Il pubblico in questo modo diventerà parte integrante del progetto, in quanto invitato a compiere un tragitto che lo costringerà a valicare il confine territoriale delle due strutture, da una comunità ad un’altra.

 

BEYOND THE BORDER

Viale Allegri n. 6 – Palazzo Gobbi, via dei Gobbi n. 3 (RE) 

Inaugurazione dell’evento: sabato 11 ottobre 2014, ore 18.00

Apertura: dall’11 ottobre al 5 dicembre 2014

Ingresso libero

 

Per info: Domenico Russo 329.0348524

lalunaditraverso@gmail.com –  www.associazionelunatici.it  

Controllare anche

Episcopio di Oria

Episcopio di Oria: progetto valorizzazione, primi in graduatoria regionale

Episcopio di Oria: progetto Città invisibile… finanziato per la valorizzazione e la fruizione dai visitatori del complesso Monumentale e del Museo diocesano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Tweet
WhatsApp
Email