Home / Oria / Galleria Autori / AIMagazine, Seduzioni subliminali: Domenico Russo intervista Sale

AIMagazine, Seduzioni subliminali: Domenico Russo intervista Sale

Domenico Russo: Giuliano Sale strappa brandelli dalle opere dei grandi maestri per ricucirli a stralci del reale e del quotidiano, dando vita a un’anatomia shellyana pulita, caravaggesca, priva di cicatrici e fortemente iconica.

AIMagazine Seduzioni subliminali Sale

Articolo di Domenico Russo di Oria.
Estratto da #AIMAGAZINE
The Art Review
Winter 2017
La rivista dedica quindici pagine all’intervista condotta da Domenico Russo di Oria a Giuliano Sale (Cagliari)
The portfolio interview.
Artworks: Giuliano Sale
Courtesy: Richter fine Art
Colombo Arte Contemporanea
Text: Domenico Russo

Seduzioni subliminali. Giuliano Sale
by Domenico Russo

Giuliano Sale (Cagliari, 1977) strappa brandelli dalle opere dei grandi maestri per ricucirli a stralci del reale e del quotidiano, dando vita a un’anatomia shellyana pulita, caravaggesca, priva di cicatrici e fortemente iconica.

D: I soggetti che lei rappresenta sono figli di suggestioni mentali e d’immagini recuperate di persone a lei vicine, che ritrae e scompone.
Qual è la loro origine?
R: I miei soggetti, come scrivi bene tu, nascono fondamentalmente da una suggestione mentale. Può capitare a volte che prendo spunto da immagini recuperate e da persone reali, ma in ogni caso vengono “centrifugate” e “digerite” quindi scomposte per un mio personale risultato finale…

D: Dicendo “il ricordo di un soggetto”, mi fa pensare a Paul Klee quando in Confessione creatrice afferma che il compito del pittore è di rendere visibile ciò che non lo è, non riprodurre il visibile, ma risalire alla genesi dell’immagine per renderla manifesta. È d’accordo con il fatto che l’idea venga sempre prima dell’azione? Che sia l’origine della rappresentazione? R: Si, sicuramente. Per me l’idea viene assolutamente prima dell’azione. Evolve e cambia forma continuamente ma all’origine c’è sempre l’idea. Mi capita spesso infatti di stare parecchio tempo a fissare una tela bianca o al massimo sporcata di colore appositamente in attesa che si crei qualche forma nella mia mente. Gli schizzi preparatori o i progetti per me non hanno nessun senso, lascio che l’errore o l’idea successiva abbiano un senso insieme per creare altre idee e altre forme.

Qui l’articolo e il portfolio:
http://ai-magazine.it/3/77/SALE/77sale.html

Il dott. Domenico Russo è autore di articoli pubblicati su “Artribune”, la più ampia e diffusa redazione culturale del paese.
http://www.oria.online/domenico-russo-di-oria-su-artribune-intervista-il-reporter-amadasi/

Altre notizie qui:
http://www.oria.online/inaugurazione-mostra-toulouse-lautrec-scheda-di-domenico-russo/ 

Controllare anche

Centro diurno incontro

Il Centro Diurno San Giovanni di Dio incontra le associazioni di Oria

Il Centro Diurno San Giovanni di Dio invita tutte le associazioni all’incontro di conoscenza per pianificare gli intenti comuni a livello territoriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *