A Uccio Biondi, Cosimo Occhibianco e Giampiero Laterza i Premi Speciali del "Dionysiakos-Antonio Cinque" 2010

Comunicato di Angelo Lippo

CAROSINO – La Giuria del Premio Nazionale di Poesia "Dionysiakos-Antonio Cinque", alla sua ottava edizione, composta da Paolo De Stefano (Presidente) Alberto Altamura, Giuseppe Mazzarino (Componenti) e Angelo Lippo (Segretario senza diritto di voto), a norma dell'art. 14 del Regolamento ha assegnato i premi speciali previsti per le sezioni: Arti Visive, Letteratura e Cultura enogastronomica.

Anno dopo anno l’albo d’oro delle tre sezioni si è arricchito di nomi prestigiosi. Per le Arti Visive : Nicola Andreace, Vincenzo De Filippis, Pietro Guida, Giuseppe Marzano, Pietro Lucchese; per la Letteratura: Pierfranco Bruni, Paolo De Stefano, Alberto Altamura, Luigi Scorrano, Nicola Gigante; per la Cultura enogastronomica: Giuseppe Mazzarino, Rivista ‘Alceo’, Damiano Ventrelli, Mariella Frullo, Falsopepe), tendenza confermata anche quest’anno dall’assegnazione dei Premi all’artista Uccio Biondi di Ceglie Messapica per le arti visive, a Don Cosimo Occhibianco di Grottaglie per la letteratura quale storico del dialetto grottagliese e al Presidente dei ristoratori di Confcommercio Taranto Giampiero Laterza per la cultura enogastronomica.
Uccio Biondi avvia l’attività artistica nel 1973 sviluppando una produzione pittorica e grafica. Sino al 1980 segue le poetiche del realismo e della tradizione figurativa espressionista, legate a problematiche esistenziali e alla questione meridionale. Dopo gli studi all’Accademia di Belle Arti di Lecce, propone un rinnovato repertorio visivo aniconico. S’interessa anche di ricerca teatrale. E’ presente in diverse istituzioni museali di spessore nazionale (Palazzo Sarcinelli – Conegliano
Veneto) e in collezioni pubbliche e private (Fritteli arte contemporanea – Firenze).
Cosimo Occhibianco nasce da modesta famiglia contadina. Entrato in Seminario segue il corso Ginnasiale, quello Liceale e quello Teologico conseguendo i vari titoli accademici con la Licenza in sacra Teologia. Si laurea in Filosofia all’Università di Lecce. Docente di Religione nelle scuole superiori della Provincia, attualmente è Vice-Parroco presso la Parrocchia del Rosario di Grottaglie. Ha pubblicato una quindicina di volumi, per ultimo il Dizionario del dialetto grottagliese Ccussì parlavunu li nanni nuèsci. Dal 1994 al 2006 ha pubblicato Lu Calannariu vurtagghjési.
Giampiero Laterza è presidente dei ristoratori di Confcommercio Taranto. Imprenditore di seconda generazione, col fratello e i cugini ha completamente ristrutturato l’albergo “Il Grillo”, sulla litoranea salentina, a Marina di Pulsano, e ha trasformato la precedente pizzeria in un ristorante particolarmente attento ai prodotti del territorio, tanto in cucina quanto in cantina, dedicandosi nel contempo alla ricerca, riscoperta e riproposizione di ricette tradizionali. Come presidente dei ristoratori di Confcommercio è in prima linea per il rilancio dell’enogastronomia del territorio.
La manifestazione è organizzata dall’Amministrazione Comunale di Carosino, Assessorati alla Cultura e alle Attività Produttive con alla guida Maria Teresa Laneve e Onofrio Di Cillo, i quali sono impegnati in prima persona per l’ottima riuscita del Premio che rientra, tra l’altro, nel progetto globale della “Sagra del Vino” ormai alla 44^ edizione.
Il riconoscimento ai tre autorevoli protagonisti sarà conferito durante la cerimonia di premiazione del Premio Nazionale di Poesia prevista per martedì 24 agosto alle ore 19.00, nelle sale del Castello d’Ayala Valva.

Controllare anche

Concorso di poesia Santa Maria delle Grazie di Carosino

“Non dite che siamo pochi o che l’impegno è troppo grande per noi. Bastano anche pochi per cambiare tante cose.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Tweet
WhatsApp
Email