Home / Oria / Abbandono dei rifiuti a Oria: individuati e sanzionati i responsabili

Abbandono dei rifiuti a Oria: individuati e sanzionati i responsabili

A Oria pugno duro nella lotta all’ abbandono dei rifiuti con l’ auspicio che si diffonda e si radichi la cultura del rispetto e del decoro urbano.

Abbandono-rifiuti-pugno-dura-Oria

Oria: Pugno duro dell’ Amministrazione Comunale nella lotta all’ abbandono dei rifiuti.
Prosegue l’impegno dell’ Amministrazione comunale nella lotta all’abbandono dei rifiuti. Attraverso l’analisi dei filmati acquisiti nelle ultime settimane sono stati individuati i soggetti responsabili degli abbandoni ai quali è stata comminata la relativa sanzione amministrativa.
La strada da percorrere è ancora lunga, ma sappiamo che la maggioranza delle persone si indigna, proprio come noi amministratori, davanti a certe abitudini che danneggiano la nostra città. Per questo motivo i controlli proseguiranno nelle prossime settimane anche implementando il numero di telecamere sul territorio. Quello dell’ abbandono dei rifiuti oltre ad inquinare il territorio rischia di vanificare gli sforzi della raccolta differenziata “porta a porta” che quotidianamente, con grande senso di responsabilità, la stragrande maggioranza dei cittadini effettua con serietà e correttezza. L’ Amministrazione auspica che vi sia una sempre più diffusa cultura del rispetto e del decoro urbano e che la cittadinanza tutta dia prova di senso civico, attenendosi a quanto previsto dalle vigenti norme sul conferimento e sullo smaltimento dei rifiuti per non incorrere nelle sanzioni previste.

Abbandono rifiuti

Ing. Simona Erario
Assessore all’ Ambiente
Amministrazione Comunale di Oria

Controllare anche

Dal terremoto di Messina a San Pasquale Rogazionisti

Dal terremoto di Messina a San Pasquale con i Rogazionisti di P. Annibale

Dal terremoto di Messina a San Pasquale: iniziava, 110 anni fa, a Oria, l’opera dei Rogazionisti, caritatevole e di formazione artigianale degli orfanelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi263
Tweet
WhatsApp
Email