L’Accademia Federico II apre una nuova stagione all’insegna del Medioevo

All’insegna del Medioevo: Benedizione del Cavaliere nella festa di San Giorgio e mostra Media Aetas Duellatorum aperta nei giorni festivi.

Medioevo mostra Duellatorum

L’associazione di Oria (BR) offre agli amanti della rievocazione storica l’apertura della mostra Media Aetas Duellatorum anche nei giorni festivi e la Benedizione del Cavaliere nel giorno dedicato a San Giorgio
L’Accademia Federico II è protagonista di due iniziative che anticipano gli eventi estivi orietani, tra cui il celebre Torneo dei Rioni, quest’anno alla sua cinquantunesima edizione: la mostra Media Aetas Duellatorum non chiuderà per Pasqua, garantendo al pubblico la fruizione anche nei giorni di festa, e celebrerà la ricorrenza di San Giorgio con la Benedizione del Cavaliere, domenica 23 aprile 2017.
Media Aetas DuellatorumLa mostra Media Aetas Duellatorum, allestita presso la Chiesa di San Giovanni Battista, è un’esposizione tematica di repliche di armi, costumi ed iconografie del Medioevo che si propone di condurre il visitatore alla conoscenza e alla comprensione di un’epoca storica mediante un approccio attivo e diretto. Gli ospiti saranno condotti alla scoperta della civiltà medievale tramite l’immedesimazione e il coinvolgimento diretto nella ricostruzione della vita quotidiana del passato. Attraverso la conoscenza degli oggetti, delle loro tecniche di fabbricazione, del loro valore economico, della loro funzione sociale e culturale, si acquisiranno informazioni più specifiche riguardanti il periodo storico, la struttura sociale e i valori culturali. Durante il Lunedì dell’Angelo l’esposizione sarà aperta con orario continuato.
Il 23 aprile, il giorno di San Giorgio, gli atleti e i rievocatori dell’associazione saranno benedetti dal parroco don Raffaele Giuliano. L’evento, giunto alla VI edizione, avrà luogo presso la Cattedrale di Oria, domenica 23 aprile, alle ore 11:00.
San Giorgio è il patrono dei cavalieri, degli armaioli, dei soldati, degli schermidori, della cavalleria, degli arcieri e dei sellai. È invocato contro la peste, la lebbra e la sifilide, i serpenti velenosi, le malattie della testa e, nei paesi alle pendici del Vesuvio, contro le eruzioni del vulcano.
La leggenda del drago, resa celebre dall’iconografia occidentale, comparve proprio nel Medioevo, quando Jacopo da Varazze – scrittore domenicano vissuto nel XIII secolo – descrisse San Giorgio come un cavaliere eroico nella sua Legenda Aurea.
Questo è solo l’inizio: l’Accademia Federico II, associazione sportiva dilettantistica, culturale e di promozione sociale che s’impegna da anni nella corretta divulgazione della storia di Oria, vi aspetta per la stagione estiva con nuovi spettacoli e attività.

[Google]

Controllare anche

Episcopio di Oria

Episcopio di Oria: progetto valorizzazione, primi in graduatoria regionale

Episcopio di Oria: progetto Città invisibile… finanziato per la valorizzazione e la fruizione dai visitatori del complesso Monumentale e del Museo diocesano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share16
Tweet
WhatsApp
Email