Home / Oria / Deprecabile atto di aggressione alla dirigente dei Servizi Sociali a Oria

Deprecabile atto di aggressione alla dirigente dei Servizi Sociali a Oria

L’Assessore Peluso sull’atto di aggressione: la crisi economica sta devastando interi ceti sociali, ma la violenza non è mai giustificabile.

Peluso aggressione dirigente

Nella giornata di ieri, giovedì 10 novembre 2016, intorno alle 16.00, si è verificato un increscioso atto di aggressione all’interno degli uffici comunali dei Servizi Sociali del Comune di Oria.
Vittima della inqualificabile aggressione è la dirigente del Settore Servizi sociali a cui rivolgo come Assessore al ramo, e a nome dell’intera Amministrazione, la sentita vicinanza e solidarietà.
Sono sconcertato per l’accaduto, in quanto gli uffici e l’intero personale operano quotidianamente con professionalità e con dedizione offrendo supporto al dilagante bisogno di sostegno economico e sociale che proviene dalla comunità.
Posso affermare con certezza che tutti gli operatori del settore dei servizi sociali offrono alla cittadinanza un servizio con serietà e con competenza, a cui aggiungono passione e sacrifici.
Siamo tutti consapevoli della crescente crisi economica che sta devastando interi ceti sociali, ma la violenza non è mai giustificabile al contrario è deprecabile e vile, specie quando vittima è una lavoratrice.
Sia chiara una cosa, che i soggetti che rifiutano i percorsi di integrazione sociale proposto dagli assistenti sociali, o che non possiedono i requisiti previsti, non otterranno mai niente, non sarà l’uso della prepotenza a fargli ottenere ciò a cui non avrebbero mai diritto.
Allo stesso tempo, sia chiaro che l’Amministrazione non esiterà a perseguire penalmente i responsabili di simili episodi.
Concludo, rinnovando la mia completa disponibilità ad ascoltare tutti i cittadini e a raccogliere qualsiasi rimostranza, ma sempre nell’assoluto rispetto delle persone e dei ruoli.
Dot. Umberto Peluso – Assessore Politiche Sociali – Comune di Oria.

Controllare anche

Patrocinio di San Barsanofio 2019

Patrocinio di San Barsanofio: le campane annunciano in coro la Festa

Patrocinio di San Barsanofio, grande contemplativo: Se non sopporti sofferenze, non sarai in grado di salire sulla croce e coglierne i frutti di salvezza.

3 Commenti

  1. Caro Umberto,
    Ho appreso dei fatti avvenuti ieri pomeriggio e intendo parteciparti inviando l’espressione più sincera e profonda solidarietà umana particolarmente alla dott.ssa Gobbi. Nel contempo voglio anche esprimere la più ferma condanna verso chi si è reso colpevole di una aggressione vile e totalmente ingiustificata. Un abbraccio.
    Rodolfo Scarciglia.

  2. Carissimo Umberto mi associo al dolore di voi tutti dei servizi sociali , per il deplorevole atto di aggressione alla nostra amata presidente dell’ambito Dottoressa Gobbi. Condanno a priori tale violenza , come ha specificato l’assessore Peluso poc’anzi, non si ottiene nulla con parole minacciose , insulti e alzate di mano. Queste persone dovrebbero essere allontanate e rinchiuse in case di cura… Distinti saluti….

  3. Caro Umberto la tua disponibilità ad ascoltare la tieni solo per difendere quelli che ti mantengono l’assesorato che tieni perchè quando al sottoscritto è successo quello che tu sai con una Vs. vigilessa non sei intervenuto per prendere provvedimenti e questo lo hai fatto tu,il tuo sindaco,il tuo vice sindaco e quelli che pensano nella prossima amministrazione che diventeranno delle persone importanti non dimenticare che eri e sei assesore alle politiche sociali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi67
Tweet
Email
WhatsApp
Condividi67
Tweet
Email
WhatsApp