Amici della Musica, ritorna l’operetta: La Principessa della Czarda

Amici della Musica

Anche quest’anno l’instancabile e meritoria attività di Sabino Dioguardi e della sua Associazione Musicale “Mario Costa”, in collaborazione con gli Amici della Musica, ha il merito di continuare a Taranto la lunga e frizzante tradizione dell’operetta.

La 71ª Stagione Concertistica accoglie uno dei “pilastri” del genere, “La Principessa della Czarda”, presentata dalla Compagnia “Teatro Musica Novecento” di Reggio Emilia presso il rinnovato Teatro Orfeo, il prossimo mercoledì 25 aprile, nell’anno del suo Centenario.
E compie esattamente un secolo anche questa brillante operetta, attraversata da una vena musicale che fu ammirata anche da Puccini e a cui assisteremo in esclusiva regionale, scritta da Leo Stein e Bela Jenbach, con le musiche di Emmerich Kálmán, è andata per la prima volta in scena allo Johann Strauß-Theater di Vienna il 17 novembre 1915.
A Taranto, “La Principessa della Czarda” è allestita per la prima volta nel marzo 1921 al Teatro Alhambra, ad opera della Compagnia “la Fesinea” di Alfredo Petroni, mentre l’ultima rappresentazione tarantina risale a sette anni fa, messa in scena dalla Compagnia di Corrado Abbati.
La vicenda, divertente, piena di equivoci e basata sul gioco dello scambio di coppie, si dipana tra Budapest e Vienna nel 1914 e narra dell’amore “impossibile” tra il principe Edvino Carlo di Lippert-Weylersheim e la bellissima canzonettista Silva Varescu, sentimento che il perbenismo degli ambienti asburgici non poteva assolutamente tollerare, fra un nobile e una “scandalosa” donna di spettacolo. È al ricevimento di fidanzamento ufficiale fra la contessa Stasi e lo stesso principe che Silva Varesca giocherà le sue carte, tra seduzione e gelosia “indotta”, nel principe Edvino, da un provvidenziale quanto finto fidanzato.
Si risolverà tutto a favore dei due innamorati? Lo scopriremo, prima della partenza per gli Stati Uniti della bella cantante e della sua compagnia in tournée, mentre a Sarajevo un attentato sconvolge gli equilibri politici europei, e una Grande Guerra si avvicina…
Per la prima volta in Puglia, la Compagnia “Teatro Musica Novecento” di Reggio Emilia, diretta dal Maestro Stefano Giaroli, è una delle principali e più attive compagini del settore in Italia, creata da un gruppo di artisti affermati in campo teatrale, lirico e operettistico.
La ricerca, la valorizzazione e la modernizzazione dell’operetta è l’obiettivo principale della Compagnia “Teatro Musica Novecento”, forte di una ensemble musicale a servizio delle produzioni, l’Orchestra Cantieri d’Arte, e un corpo di ballo, Corpo di Ballo Accademia, attività che sfociano in produzioni teatrali di alto valore artistico e di grande successo come “La Vedova Allegra”, “Cin-ci-là”, “Il Paese dei Campanelli”, “Al Cavallino Bianco”, “Scugnizza” e, appunto, “La Principessa della Czarda”. Tutte le scenografie e i costumi sono firmati da Artemio Cabassi, nome noto in tutta Europa e che collabora con i maggiori teatri lirici. Il Direttore d’orchestra è Stefano Giaroli, Susie Giordanis interpreta Silva Varescu, la Soubrette è Silvia Felisetti, il Comico è Alessandro Brachetti. Un motivo aggiuntivo di interesse per gli spettatori del Teatro Orfeo sarà costituito dalla partecipazione, nel ruolo del Principe Edvino, del famoso tenore tarantino Domingo Stasi, un nome importante del teatro d’opera e d’operetta, attivo da ventitre anni sui palcoscenici di tutti i continenti, in Germania, Russia, Bielorussia, Armenia, Slovenia, Messico, Albania e Cina, oltre che nei migliori teatri italiani, un artista molto noto in Puglia per le partecipazioni a varie opere liriche, come Les Huguenottes di Meyerbeer, Siberia di Giordano e Salomé di Strauss.
I biglietti per assistere allo spettacolo al Teatro Orfeo, con inizio alle 21.00 precise, sono i seguenti: Platea e Prima Galleria € 25,00, Seconda Galleria € 20,00, Terza Galleria € 15,00. I ragazzi fino a 13 anni pagano € 10,00. Diritto di prevendita € 2.
Prevendita a Taranto presso la nuova sede degli Amici della Musica in via Toscana n. 22/a, tel. 099.7303972 – 335.6253305; Box Office in via Nitti n. 106/a – tel. 099.4540763.

Con gli Amici della Musica, da novantatré anni la più affascinante musica a Taranto.

Idea Radio
Idea Radio

[Google]

Controllare anche

La musica Musa delle Muse 2020 Oria

La Musica, Musa delle Muse: aspetti e sviluppo storico-sociale

L’Associazione “Le muse” e il “Circolo Piaroa Legambiente” propongono il progetto La Musica, Musa delle Muse: aspetti musicali e sviluppo storico-sociale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Tweet
WhatsApp
Email