Antimo Sportelli: «Lo sport a Mesagne rischia di sparire, e l’Amministrazione è assente»

 

Squadra-Gatti-Moda-Mesagne-Volley

La vittoria della Gatti Moda Mesagne Volley e la conquista matematica della prima posizione in classifica del Campionato di serie C girone B assicura alla squadra allenata da coach Adolfo Rampino l’accesso ai play off con una sicurezza maggiore rispetto alle altre squadre, e con una giornata di anticipo.

Una grande soddisfazione per il Presidente della Gatti Moda Mesagne Volley, Antimo Sportelli, che è anche un momento per dire grazie a chi ha creduto nella squadra. «Con quest’ultima vittoria ci siamo assicurati il primato nel nostro girone. Un percorso eccellente, imbattuti in casa e sempre primi per tutto il campionato. Voglio ringraziare le atlete, gli allenatori, i tecnici, ma soprattutto tutti coloro che avvicinatisi alla società hanno contribuito alla realizzazione di questa struttura organizzativa, sottraendo tempo, denaro e risorse alla propria famiglia e ai propri interessi. Sono tantissime le famiglie che scelgono di affidarci con serenità i propri figli grazie alla costante presenza dei nostri collaboratori.»

Quella del Mesagne Volley è un percorso che ogni anno ha dato grandi risultati. È lecito chiedersi quali progetti abbia per il prossimo anno, specie alla luce degli ultimi accadimenti sportivi che vedono Taurisano & co. una delle squadre più forti del campionato.« Abbiamo ormai una struttura societaria pronta per il salto di qualità in termini di competenze sportive, ma per un progetto realistico occorre la sensibilità di tutta l’Amministrazione Comunale. Purtroppo, in questo momento, non la sentiamo solo assente, ma in netto contrasto con le esigenze strategiche della società, impegnata nelle rispettive Federazioni. Sono note, infatti, che in questi giorni le polemiche causate dalle assurde richieste da parte dell’Amministrazione Comunale di Mesgane per la riscossione di ticket per gli spazi occupati nelle palestre e nel Palazzetto dello Sport. Faccio presente- continua Sportelli- che sono numerosi i tagli che le società hanno già subìto da qualche anno in termini di aiuti e contributi.»

Sportelli ha fatto una ricerca su Internet, e ha visto quanti comuni pugliesi sono riusciti a ricevere finanziamenti regionali da dedicare allo sport, cosa che non è avvenuta a Mesagne.

«È un peccato che questa Amministrazione Comunale non dia il peso che merita a questo Assessorato, e che non conceda alla nostra Assessora De Guido le stesse opportunità che vengono offerte anche agli altri assessorati, come accade per i servizi sociali, di cui beneficiano molte famiglie mesagnesi. Non solo il volley, ma tutto lo sport a Mesagne è oggetto di invidia da parte di comuni limitrofi che farebbero di tutto per avere la cultura sportiva delle società esistenti a Mesagne. Infatti, abbiamo già avuto delle richieste per esportare i nostri programmi sportivi in altri Comuni, ed è fondamentale che le istituzioni mesagnesi intervengano nel prossimo futuro, anziché chiedere alle famiglie mesagnesi un ulteriore aumento delle quote.»

Esternazioni che vengono da un candidato consigliere alle ultime Amministrative nelle fila del centrosinistra.«Educare i bambini allo sport, sottrarli a tentazioni pericolose, mandare i miei istruttori a trovarli nelle scuole, affiancando i docenti, accogliere gratuitamente i ragazzi appartenenti a famiglie disagiate sono azioni che valicano l’essere di destra o di sinistra. Se questa Amministrazione Comunale non riconosce più questi valori di vita non è un mio problema, ma dell’Amministrazione stessa, e dell’Assessore De Guido, che non riesce a farsi sentire.»

Proprio a questo proposito, le società sportive mesagnesi stanno pensando di riunirsi venerdì presso il Palazzetto dello Sport per discutere, insieme, della critica situazione dello sport a Mesagne.

Controllare anche

Amministrazione trasparente Carbone D Ippolito

Amministrazione trasparente? A Oria resta solo uno spot elettorale?

Amministrazione trasparente, Carbone e D’Ippolito: escluse le imprese locali per la fornitura di generi alimentari. Criteri adottati per l’emergenza?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Tweet
WhatsApp
Email