Home / Oria / Galleria Artisti / Artisti di Oria – Valentina Toscano

Artisti di Oria – Valentina Toscano

 

Dipingere con gli occhi
Il confine fisico delle opere di Valentina Toscano non è visibile, non è alla portata dei nostri sensi. Apparentemente le forme dominano lo spazio mentre la realtà il suo colore tracima dalle tele, dilatando le nostre pupille oltre il definito, oltre la superficie interessata.

Per una lettura ravvicinata se non sono affidabili i colori, i suoi sapienti gesti, il vero motore delle sue ricerche formali e cromatiche è costituito dalla vivacità dei suoi occhi. Con la mobilità del suo sguardo conduce lo spettatore e gli suggerisce dove posare lo sguardo, cosa guardare con gli occhi della mente.

Per meglio spiegare quanto ho appena scritto voglio suggerire di osservare l’opera denominata “Anime”: qui ritroviamo l’ansia e il desiderio di affabulazione che le entità vorrebbero avere con noi. Le ombre del passato sfuggono ad ogni forma chiusa quasi a sottolineare la loro non appartenenza alle cose terrene. Infine se qualcosa può e deve essere chiarita sarà proprio la dimensione nella quale queste “anime” sono racchiuse: un quadrato, una geometria regolare, senza angoli nei quali rifugiarsi per non essere viste, in una parola fatte per essere mostrate, finalmente, ai nostri occhi.

Valentina Toscano ha una tavolozza finita di colori, irrequieti sempre e destinati a mescolare le nostre informali certezze.
Donatella Stamer
Mutazioni formali
I luoghi di Valentina Toscano sono -giochi d’acqua-. Paesaggi nati non proprio da fantasie di artista, ma visioni rese visibili dalle sue doti. Comunque paesaggi e figure, linee e curve. Gli scorci urbani di Valentina diventano, ai suoi occhi, astrattismi di giungle esotiche, abbracci di un uomo e una donna, balconi da cui osservare il passeggio. -Era troppo scontato fare il disegno realistico – spiega Valentina – è sempre un copiare-. Giochi d’acqua perché la visione della realtà esterna è resa distorta, inizialmente dalla volontà di stilizzare le figure, poi casualmente le figure iniziano a distorcersi in corrispondenza ad una patologia che l’artista scopre di avere. Giochi d’acqua perché l’acqua in eccesso nell’orecchio (coclea, questo è il termine della patologia) ha trasformato per un lungo periodo la realtà di Valentina Toscano.

Vertigini e rumore o mancanza del suono. Alcune opere nascono proprio nel momento clou delle vertigini, diventando ad un certo punto una sfida con se stessa. Lo stile deformato diventa una specie di stimolo in quanto proprio questo elemento è diventato la forza che l’ha aiutata a trasformare il buio in colore. Uno stile personalissimo presentato in -Incontro-, un olio su tela che misura 150 x 200 cm che raffigura la città di Lecce vista da Valentina -Io abbino i colori alle città. Lecce per me è verde, una città che non voglio che mi dimentichi-. Un blu in più esalta un morbido -Notturno-, in -Barlume di speranza- echeggiano i fili gialli che illuminano il movimento.

-Mutazioni formali- è la sua prima mostra personale ospitata dalla Galleria Il Grifone di Lecce, sempre alla ricerca di giovani talenti da promuovere. Classe 1984 Valentina nasce ad Oria. Dopo il liceo artistico-Lisippo- di Manduria frequenta l’Accademia di Belle Arti di Lecce dove attualmente risiede. -Apparire ed Essere- diventa opera e tema della tesi di laurea in pittura appena conseguita presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce. Opera che nasce dal predominante rosa dell’ -essere- e che si alterna al rosso della -maschera- unificandosi poi nelle sfumature verde giallo.

Dalla ricerca figurativa intrapresa sin da piccolissima da circa un anno e mezzo crea questa nuova realtà fluida, sciolta, composta da forme libere e nello stesso tempo inconsuete che mostrano i suoi -occhi della mente-. Visioni che coinvolgono lo spettatore, portandolo nel suo mondo, forme e colori che sembrano fuoriuscire dalle tele.
Monica Maggiore

«… crea questa nuova realtà fluida, sciolta, composta da forme libere e nello stesso tempo inconsuete che mostrano i suoi -occhi della mente-. Visioni che coinvolgono lo spettatore portandolo nel suo mondo… ».

Controllare anche

Palio di Oria Chiarine

Palio di Oria, Corteo e Torneo dei Rioni: attrazione dell’ estate in Puglia

Palio di Oria: evento clou delle vacanze dell’estate in Puglia, dove storia e leggenda si intrecciano e rivivono in uno scenario medievale naturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi
Tweet
WhatsApp
Email