Home / Oria / Competenze degli ausiliari del traffico, la Lega: prevenire gli abusi

Competenze degli ausiliari del traffico, la Lega: prevenire gli abusi

La Lega Salvini Sezione di Oria: non sono molto chiare le competenze degli ausiliari del traffico, i quali si sono ormai sostituiti ai vigili urbani.

Lega Competenze degli ausiliari del traffico

La Lega Salvini Premier Sezione di Oria, dopo aver ricevuto numerose segnalazioni da parte dei concittadini, chiede al signor Sindaco della Città di Oria e all’intera Giunta Comunale delucidazioni in merito alle modifiche susseguitesi in corso d’opera inerenti il servizio dei parcheggi a pagamento e alle competenze degli ausiliari del traffico. Purtroppo, ancora una volta, i nostri concittadini sono abbandonati a se stessi, vittime di decisioni assunte dagli attuali amministratori e non partecipate adeguatamente.
Innanzitutto, come si apprende (esclusivamente) da altri comunicati sui social, si è provveduto a modificare le condizioni di utilizzo del ravvedimento operoso e nessun tipo di informazione ufficiale in merito è stata condivisa con i cittadini. Ci chiediamo davvero se sia possibile che debbano sempre subentrare i social o comunicati predisposti da soggetti terzi l’Amministrazione per informare la cittadinanza su quanto essa decide e delibera.
Non sono molto chiare le competenze degli ausiliari del traffico, i quali si sono ormai sostituiti ai vigili urbani elevando multe per soste in aree non strettamente connesse a quelle dedicate ai parcheggi a pagamento, abusando, a nostro parere, del proprio ruolo. Siamo ormai alla frutta!!!
Per essere chiari, il sindaco, attraverso i decreti emanati in favore degli ausiliari del traffico (dipendenti di una ditta privata che gestisce le sole aree oggetto di concessione), ha conferito funzioni di prevenzione e accertamento delle violazioni in materia di sosta nelle aree oggetto di concessione, ma non sta verificando che l’azione degli stessi agenti sia esercitata esclusivamente in tali aree o al massimo, come precisato dalla Suprema Corte e come già indicato nel precedente articolo de “Lo Strillone”, nelle aree immediatamente limitrofe, a condizione che le suddette aree costituiscano lo spazio minimo indispensabile per compiere le manovre necessarie a garantire la concreta fruizione del parcheggio. Intanto però i cittadini sono costretti a pagare multe non dovute o a dover perder tempo e soldi a fare reclami e contestazioni.
Infine siamo ancora in attesa di notizie in merito all’incivile obbligo di ticket anche per i disabili, in favore dei quali avrebbero dovuto attivarsi immediatamente al fine di trovare un accordo di civiltà con la società appaltatrice; tale accordo invece tarda ad arrivare forse per disinteresse o forse per incapacità di negoziazione.
Se è vero, inoltre, quanto riportato da “Lo Strillone” ossia che sarebbe stato un consigliere di maggioranza a mettere in guardia i propri amici consiglieri sul nuovo modus operandi degli ausiliari del traffico, ci chiediamo perché non abbiano informato l’intera cittadinanza (anche attraverso un post sulla pagina Facebook della Sindaca) affinchè tutti prestassero più attenzione al fine di evitare sanzioni che creano gravissimi disagi alle famiglie.
Un altro “particolare” episodio si sta verificando proprio in queste ore. I vigili urbani (quelli veri!!!) sono stati notati nelle vicinanze di determinate aree, proprio in prossimità dei parcheggi a pagamento, ad elevare numerose multe ad automobilisti che, in mancanza di adeguata segnaletica, hanno, come sempre, posteggiato in quelle aree. Un’amministrazione seria dovrebbe non solo prevedere delle aree riservate al parcheggio non a pagamento ma soprattutto delimitarle attraverso l’apposita segnaletica orizzontale (strisce bianche), dando anche un senso di ordine che purtroppo in questa Città latita da troppo tempo.
Sia chiaro, ben vengano i controlli effettuati da parte del personale autorizzato, e ci auguriamo che gli stessi siamo sempre più frequenti e non una semplice azione di forza scaturita da una serie di eventi.
Raccomandiamo inoltre, nonostante il ripetersi quotidiano di episodi che stanno esasperando i cittadini, che tutti siano sempre rispettosi nei confronti del personale addetto al controllo dei parcheggi a pagamento e dei vigili urbani affinchè siano scongiurati episodi eclatanti che finirebbero per portarci sulle cronache nazionali.
Ancora una volta non possiamo fare a meno di evidenziare la totale indifferenza dei rappresentanti la cosiddetta Coalizione del Cambiamento, gli stessi che in periodo di campagna elettorale erano presenti in ogni angolo della città, che promettevano una svolta epocale sbandierando realizzazioni di opere pubbliche rilevanti, ponendosi a difesa dei cittadini e capaci di informare la cittadinanza sulle loro iniziative con ogni possibile mezzo.
Amministratori di Oria, anche in questo caso non siete stati in grado di dimostrare un minimo di rispetto nei confronti di chi allora Vi ha supportato e che oggi è profondamente deluso. Forse è il caso di riflettere sul Vostro operato, trarre le opportune conclusioni, fare un esame di coscienza e tutti insieme fare un passo indietro; sarebbe il primo vero grande segnale di coerenza e rispetto per la Città.
Oria 09 Maggio 2019
Lega Salvini Premier Sezione di Oria
Il Segretario Cittadino
Dott. Adolfo Sartorio

Controllare anche

Coffari-presenta-il-suo-ultimo-libro

Coffari presenta il suo ultimo libro alla festa della Famiglia a Oria

Andrea Coffari, presidente nazionale del movimento per l’infanzia, presenta il suo ultimo libro alla festa della Famiglia a Oria: Rompere il Silenzio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi52
Tweet
WhatsApp
Email