Home / Estate oritana / Con la musica nel sangue l’Avis di Oria accende le luci sulla solidarietà

Con la musica nel sangue l’Avis di Oria accende le luci sulla solidarietà

Avis-Oria-CON-LA-MUSICA-NEL-SANGUE-2014

Musica e solidarietà per il settimo anno consecutivo: venerdì 22 agosto alle ore 20.00, in piazza Cattedrale a Oria (Br), si accenderanno le luci sul concerto “Con la musica nel sangue”, atteso appuntamento estivo che anno dopo anno vede una sempre maggiore crescita, collocandosi tra gli eventi musicali più partecipati del Salento.

L’iniziativa – organizzata dall’AVIS comunale di Oria e dall’associazione “Laboratoria” per l’ANT – ha per finalità la promozione della prevenzione oncologica e della cultura della donazione del sangue.

Si esibiranno per l’ANT “I Maltesi” (tributo a “Faber” Fabrizio De Andrè) e i “Bundamove”, progetto musicale tra i più interessanti tra quelli nati negli ultimi anni. Nel corso della serata sarà presentato il logo della manifestazione e saranno distribuite magliette il cui ricavato sarà destinato a una raccolta fondi finalizzata all’organizzazione di una campagna di prevenzione oncologica prevista per il prossimo autunno.

Il tema dell’edizione 2014 è la prevenzione oncologica e l’importanza socio-sanitaria dell’assistenza a domicilio ai sofferenti di tumore. Il concerto sarà preceduto da un incontro di sensibilizzazione con attivisti ed esperti dell’ANT e dell’AVIS e dalla premiazione dei disegni in gara nel VII concorso grafico-pittorico “Pino Andriani”.

L’evento è organizzato con il patrocinio della Città di Oria e in collaborazione con le associazioni “Il Pozzo e l’Arancio” (www.ilpozzoelarancio.it) e “Where To“; è inoltre inserito nel cartellone dell’Estate oritana 2014, di cui fin dal 2008 rappresenta uno degli appuntamenti più rilevanti.

I Maltesi”, tributo a “Faber” Fabrizio De Andrè (http://maltesi.jimdo.com/). La band: Dario Di Stefano (voce, armonica a bocca); Roberto Antonacci (chitarra classica, acustica, elettrica, cori); Giuseppe Bruni (batteria, loops); Francesco Corallo (chitarra classica, acustica, cori); Lorenzo “Freccia” D’Urso (tastiera, chitarre, bouzouki, cori); Angelo Verbena (basso, contrabbasso, armonica a bocca); Antonia Volpone (violino, cori); Marika Zingaro (voce, percussioni).

I “Bundamove” nascono nel Salento nel dicembre 2009: un progetto in cui il funk si veste di beat, riff e groove potenti e coinvolgenti che riportano alle sonorità vintage della scena musicale degli anni Sessanta e Settanta. Emanuele “Manufunk” Pagliara (chitarra), Marco “DonSkal” Calabrese (tastiere), Michele “Mike” Minerva (basso), Antonio “Dema” De Marianis (batteria), Sandro “Sax” Nocco (sassofono) e Gabriele “Trumpet” Blandini (tromba), musicisti che collaborano con band quali Roy Paci & Aretuska, Boomdabash, Anansi, Steela, scoprono il fascino di trasformare grandi classici del rock, del reggae e del pop in remake funky capaci di far ballare anche i più restii.

Leggi: Con la musica nel sangue l’Avis di Oria accende le luci sulla solidarietà

Controllare anche

Dal terremoto di Messina a San Pasquale Rogazionisti

Dal terremoto di Messina a San Pasquale con i Rogazionisti di P. Annibale

Dal terremoto di Messina a San Pasquale: iniziava, 110 anni fa, a Oria, l’opera dei Rogazionisti, caritatevole e di formazione artigianale degli orfanelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi
Tweet
WhatsApp
Email