Home / Oria / Corsa contro la fame: iniziativa solidale del 2° Ist. Com. Monaco Fermi

Corsa contro la fame: iniziativa solidale del 2° Ist. Com. Monaco Fermi

Corsa contro la fame alla Monaco Fermi di Oria: didattica, sport e solidarietà in un progetto ad alto valore educativo, per un mondo libero dalla fame.

Corsa-contro-la-fame-Oria
Cliccare sull’immagine per ingrandirla!

CORSA CONTRO LA FAME

Didattica, sport e solidarietà in un progetto ad alto valore educativo, per un mondo libero dalla fame
La “Corsa contro la Fame” è un progetto innovativo, gratuito e chiavi in mano dedicato a scuole elementari, medie e superiori che, mettendo insieme didattica, sport e solidarietà, rappresenta una straordinaria opportunità di formare, responsabilizzare e coinvolgere i ragazzi, partendo dal tema della fame e della malnutrizione infantile.

Il Progetto SBAM
Sbam
SBAM è il Programma della Regione Puglia di educazione ai sani stili di vita che coinvolge attivamente i bambini tra i 9 e gli 11 anni.
Tra i progetti pilota nel piano nazionale per la promozione dell’attività sportiva, SBAM nasce dall’integrazione sinergica di cinque assessorati: Sport, Politiche della Salute, Risorse Agroalimentari, Diritto allo Studio e Mobilità.
Attraverso una metodologia partecipativa – che coinvolge scuole, famiglie e comunità – il Programma intende educare all’idea di un vivere migliore e sano affrontando il problema della cattiva alimentazione e l’importanza dell’attività sportiva.

Mercoledì 29 maggio 2019, presso il 2° Istituto si è tenuta una tappa importante di un progetto didattico solidale che unisce gli studenti di tutto il mondo con il comune obiettivo di raccogliere fondi per Azione contro la Fame ( www.azionecontrolafame.it ), organizzazione da 40 anni in lotta contro la fame e la malnutrizione infantile.

Sono stati oltre 400 gli studenti del 2° Istituto Comprensivo Monaco-Fermi che hanno partecipato all’iniziativa solidale della 

Corsa contro la fame 

Il percorso solidale si è sviluppato su un circuito di circa 80 metri, che si snodava su Piazza Lorch, a Oria, provincia di Brindisi. Ogni singolo studente, più giri percorreva e maggiori erano i fondi raccolti attraverso i suoi sponsor.

È questo il meccanismo che sta alla base della Corsa contro la Fame, l’evento didattico-solidale più grande al mondo, nato in Francia nel 1997 e giunto in Italia alla sua quinta edizione, con l’adesione di 303 scuole su tutto il territorio nazionale ed oltre 2000 a livello internazionale in 30 paesi in tutto il mondo. Nell’edizione del 2019, solo in Italia, parteciperanno 77.000 studenti, contro i 60.000 dello scorso anno, quando era limitata alle scuole elementari e medie.

Una volta che la scuola si iscrive, ogni studente partecipa a delle sessioni di sensibilizzazioni sulle tematiche della lotta contro la fame e la malnutrizione. Al termine di questo percorso formativo, ogni studente diventa parte attiva del progetto: ad ognuno viene infatti consegnato un Passaporto Solidale, strumento chiave del progetto, e con questo la missione di coinvolgere altre persone, sulle tematiche affrontate, andando alla ricerca di propri sponsor per la corsa: amici, familiari, vicini di casa, raccogliendo da ognuna di loro una promessa di donazione per ogni giro di percorso che il ragazzo riuscirà a fare: tanti più giri percorreranno e tanto più riusciranno a moltiplicare le promesse di donazione fatte dai propri sponsor.

29 maggio 2019 – CORSA CONTRO LA FAME
Organizzazione e media relations

Controllare anche

Dal terremoto di Messina a San Pasquale Rogazionisti

Dal terremoto di Messina a San Pasquale con i Rogazionisti di P. Annibale

Dal terremoto di Messina a San Pasquale: iniziava, 110 anni fa, a Oria, l’opera dei Rogazionisti, caritatevole e di formazione artigianale degli orfanelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi58
Tweet
WhatsApp
Email