Cosimo Patisso: Ballottaggio a Oria tra coalizioni di centro sinistra

Cosimo-Patisso

Cosimo Patisso, candidato nella lista “Uniti con Ferretti”, ha ottenuto 197 preferenze.

Siamo giunti al termine di questa campagna elettorale e nonostante gli sforzi non sono riuscito a trattenermi nello scrivere queste mie considerazioni dopo aver ascoltato per settimane di tutto e di più sia pubblicamente (sui social) che privatamente (negli studi professionali di vari candidati). Soprattutto le bugie che hanno le gambe corte come quando per giustificare la presenza di Maurizio Bruno al cinema dicevano che si trattava di presenza istituzionale mentre proprio ieri lo stesso Bruno ha asserito pubblicamente che dirigenti del PD sostengono e sosterranno la Carone al ballottaggio, con tanto di nomi e cognomi!
In queste settimane si è parlato soprattutto di competenze e professionalità, di onestà, di rinnovamento ma nessuno ha mai detto cosa e soprattutto come intende procedere nella gestione della macchina burocratica e dei bellissimi programmi sottoscritti e presentati unitamente alle liste dei candidati. Si è parlato, in pratica, di “aria fritta” insistendo nelle accuse a livello personale concentrando l’attenzione su qualche persona che in passato ha “staccato la spina” della propria amministrazione, omettendo volutamente di ammettere che in tutti e 4 gli schieramenti vi erano candidati che hanno fatto la stessa cosa con le rispettive amministrazioni. Può succedere, è successo, tutti possono sbagliare, tutti possono commettere errori di valutazione ed errori personali. È assurdo e privo di argomenti concreti incentrare una campagna elettorale e denigratoria sulla base di questi fatti, atteso che dall’altra parte nessuno ha mai sottolineato che gli stessi errori sono stati commessi negli altri schieramenti a 360 gradi. Io personalmente ho rispetto per tutti, anche se non condivido alcuni modi di fare campagna elettorale (il tempo mi ha insegnato ad aver rispetto per tutti) e non mi permetto di valutare la storia politica e personale degli avversari così come non faccio per quella degli alleati, perché essa è sotto gli occhi di tutti come recita un antico detto Oritano “tanta ti Oria simu e tutti ni canuscimu”. Nessuno della nostra coalizione si è mai permesso di commentare la storia politica e personale dei candidati delle liste NUOVE di Maria Lucia Carone, cito ma solo per aprire una fase di riflessione, l’ing. Perrucci candidato nella lista principale della Candidata Maria Lucia Carone. O forse chi non è più in grado di raccogliere preferenze non è da considerare?
Si è parlato di competenze e professionalità senza mai indicare come e quali siano le “loro” e in che modo volessero affrontare le problematiche che ci attanagliano ormai da ben 15 anni e più, anche in questo caso mi accingo a citare un esempio per aprire un’altra piccola riflessione: con tutte queste competenze che i candidati della coalizione NUOVA della signora Maria Lucia Carone sottolineano quotidianamente di possedere, non si è stati in grado, nella stragrande maggioranza delle sezioni elettorali (in occasione dello spoglio del 01 giugno 2015) di svolgere e far svolgere uno scrutinio “corretto” così come previsto dal Ministero dell’Interno nelle sue pubblicazioni periodiche, e le competenze e le professionalità e la coerenza dove sono state parcheggiate quel giorno? Figuriamoci allora se dovessero amministrare!
Si è parlato di giovani e di professionalità e competenza giovanile come se questa fosse solo appannaggio della coalizione della Carone, come se nella coalizione di Ferretti non ci fossero giovani competenti e professionali. Per come la vedo io invece, nell’uno e nell’altro schieramento, vi sono giovani e meno giovani che hanno dimostrato in contesti inediti le loro capacità, mettendole a disposizione della comunità. La vittoria dell’uno o dell’altro schieramento non preclude la presenza di queste forze che messe in sinergia possono e devono risollevare il Paese da questa situazione di stallo socio-economico. IO CI CREDO IN QUESTO!
Si è voluto strumentalizzare la “dichiarazione” che in maniera del tutto autonoma e personale di quel che resta [… omissis] del PD di Oria ha ritenuto di fare, state tranquilli che quei pochi elettori che hanno votato PD non sono di area PD ma sono amici dei due “mancati consiglieri”, una dichiarazione che doveva essere invece interpretata come l’EPITAFFIO del loro percorso politico.
Si è parlato poi della struttura dell’Oratorio SING, storia e argomento di cui io sono del tutto profano e disinformato..ma vorrei semplicemente che fosse stata rivolta una domanda specifica a Maria Lucia Carone oltre che all’amico Tommaso Carone e Angelo Mazza nel caso diventasse Sindaco di Oria e rispettivamente amministratori di maggioranza: le spese di gestione, riscaldamento, luce, ecc. continuerebbero ad essere pagate dal Comune e quindi dai cittadini oppure si procederebbe ad un azzeramento della situazione pregressa e si ripartirebbe da luglio 2015 così come giusto e legale che sia?
Infine arriva anche il comunicato del SEGRETARIO PROVINCIALE DEL PD MAURIZIO BRUNO che sostiene la coalizione di Maria Lucia Carone e che asserisce che vari dirigenti del PD (che non hanno avuto gli attributi di candidarsi e mettere la faccia, qualcuno anche perché messo a cuccia da Pino Romano) si trovano in tale coalizione, a questo punto caro amico Maurizio Bruno ti dico che anche nella coalizione FERRETTI vi sono dirigenti del PD e consiglieri eletti (che hanno messo la faccia e continueranno a metterla, quando sono convinti e credono nelle persone, il sottoscritto Cosimo Patisso e Valeria Farina)! Va a finire che domenica 14 giugno il ballottaggio sarà tra due coalizioni di centro sinistra, senza che nessuno se ne sia ancora accorto!
Per essere davvero obbiettivi e non polemici, dovremmo invece tutti ringraziare pubblicamente sia Mimino Ferretti che Maria Lucia Carone perché grazie alla loro caparbietà in questa campagna elettorale hanno dimostrato la loro tenacia nel diffondere l’unico e solo credo “cambiamento”, dinamismo che ha portato al rinnovamento di una buona fetta del consiglio comunale, ma, purtroppo, la serietà la sincerità e l’obiettività è merce rara negli ambienti politici di questa primavera del 2015.

Cosimo Patisso.

[Google]

Controllare anche

Episcopio di Oria

Episcopio di Oria: progetto valorizzazione, primi in graduatoria regionale

Episcopio di Oria: progetto Città invisibile… finanziato per la valorizzazione e la fruizione dai visitatori del complesso Monumentale e del Museo diocesano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Tweet
WhatsApp
Email