CRITERI PER VERIFICARE LA QUALITÀ

Oria | Estratto da: Memoria – Quaderno Pastorale della Diocesi di Oria.
 
Memoria – Quaderno Pastorale della Diocesi di Oria – La Catechesi

Riccardo Tonelli


Le persone serie, soprattutto quando sono alle prese con questioni serie, si preoccupano di individuare dei "criteri" con cui verificare la qualità e l’esito delle operazioni che stanno realizzando.

La qualità dei criteri è decisa dall’oggetto dell’impegno.
Faccio una proposta, per avviare un confronto.
Una verifica speciale per la catechesi
Anche la catechesi ha bisogno di verifica. Ma è un processo speciale… richiede una verifica speciale. Per questo, il criterio di verifica e di validazione non è dato dal fatto di conoscere i ripetere i contenuti comunicati. Neppure è sufficiente acquisire l’abilità adeguata… come capita per chi deve mostrare di sapere guidare bene un’automobile.
La verifica è data da un complesso organico di competenze.
Generalmente sono organizzate attorno al sapere – saper fare – saper essere.
Io preferisco suggerire una serie di criteri che riportano nella logica della "fede".
Criteri di verifica
Ecco la mia proposta, costruita dal confronto con i primi discepoli… secondo il racconto degli "Atti degli Apostoli":
•Far camminare con gioia entrando nella comunità: Pietro e lo zoppo
•Un gioco appassionato tra domande e proposte: Paolo ad Atene
•Solo Gesù è il Signore: gente di speranza: Pietro e il successore di Giuda
•La vocazione: dalla nostalgia alla missione (dopo l’ascensione)… con intermezzi contemplativi
•Una comunità nuova, che sa pregare, condividere, ascoltare.
Una lingua speciale
La scelta dell’obiettivo e quella dei criteri attraverso cui verificare l’esito, influenza decisamente la scelta dello strumento comunicativo da privilegiare per l’evento della catechesi. Due indicazioni vanno ricordate:
•la catechesi è il racconto di una storia che aiuta a vivere,
•in cui si intrecciano tre differenti storie (quella di Gesù, di chi racconta, si chi ascolta)
•per questo esige una lingua speciale: dal "matematichese" all’ "amorese".

N.B.: La pubblicazione dei testi e delle immagini di proprietà della Diocesi di Oria dovrà avvenire nel rispetto delle normative vigenti in materia di tutela del diritto d’autore, in particolare con la previa autorizzazione, e citando sempre esplicitamente la fonte e/o l’autore dei contenuti pubblicati.

Controllare anche

Episcopio di Oria

Episcopio di Oria: progetto valorizzazione, primi in graduatoria regionale

Episcopio di Oria: progetto Città invisibile… finanziato per la valorizzazione e la fruizione dai visitatori del complesso Monumentale e del Museo diocesano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Tweet
WhatsApp
Email