Cultura Ebraica: giornata particolare celebrata con tante manifestazioni

Cultura Ebraica: giornata particolare a Oria celebrata con numerose manifestazioni molto apprezzate dai visitatori: visita al quartiere ebraico, convegno…

Cultura-Ebraica-giornata-particolare-Oria

Cultura Ebraica: giornata particolare celebrata con tante manifestazioni a Oria.

Una Giornata Particolare
Domenica 1 settembre ad Oria si è celebrata la Giornata Europea della Cultura Ebraica.
È proprio da Oria che si è dato il via a livello nazionale alle numerose manifestazioni inserite nel programma dell’UCEI – Unione delle Comunità Ebraiche Italiane.
Molti i visitatori che nella mattinata hanno partecipato alle passeggiate nel centro storico e nel quartiere ebraico, accompagnati dalla guida turistica Claudia Degli Angeli e dallo studioso Marcello Semeraro, e che hanno ammirato la stele di Hannah, prezioso reperto archeologico custodito presso la Biblioteca Comunale De Pace-Lombardi ed esposto in questi giorni presso il Museo Archeologico di Oria e dei Messapi di Palazzo Martini.
Altrettanto apprezzato, dal folto pubblico intervenuto, il Convegno che si è tenuto nel pomeriggio nella sala conferenze dello stesso Palazzo Martini (inserito nel programma del POR PUGLIA FESR FSE 2014-2020 ASSE VI – Tutela dell’ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali. Azione 6.8 – Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche Avviso pubblico per interventi a sostegno della qualificazione e del potenziamento del servizio di informazione degli Info-point turistici dei comuni che aderiscono alla rete regionale) i cui relatori hanno letteralmente incantato la platea. Dal racconto storico della presenza degli ebrei in Oria del prof. Giuseppe D’Amico, si è passati al valore ed al significato dei sogni nella cultura ebraica partendo dalla Bibbia per arrivare a Freud, magistralmente guidati nel percorso dal prof. Furio Biagini, per approdare all’esperienza onirica e sensoriale intrisa di spiritualità della Maestra Miriam Jaskierowicz Arman. E non poteva essere altrimenti visto che il tema di quest’anno è proprio “I sogni: una scala verso il cielo”.
Graditi ospiti, tra i tanti altri, sono stati il sig. Archita Di Serio in rappresentanza della Federazione delle Associazioni Italia-Israele e la Vice Presidente della Associazione Italia-Israele Sezione di Bari Alexander Weisel signora Eugenia Graubardt.

Al termine tutti hanno assaporato il gusto dei vini kasher offerti dalla Cantina Leuci di Guagnano e dall’Azienda Agricola “Le gravine” di Ginosa in una atmosfera di convivialità e condivisione che è poi proseguita in piazza Donnolo grazie alle suggestioni del concerto “Memorie di Shlomo” di Nadia Martina con i musicisti di Shanah Tovah.
Nell’organizzazione dell’evento è stata preziosa e fattiva la collaborazione con l’Amministrazione Comunale dell’Associazione “72024-Centro di smistamento culturale” e del “Rione Judea” ai quali vanno i più sinceri ringraziamenti.

Cultura Ebraica a Oria: forti tracce nel patrimonio artistico e culturale

Controllare anche

amati per amare festa fidanzati

Amati per Amare: Festa diocesana dei Fidanzati. Pastorale della Famiglia

Dalla recente lettera pastorale del vescovo Vincenzo, ChiAmati per ChiAmare, alla Festa dei Fidanzati 2020 dedicata al tema Amati per Amare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi39
Tweet
WhatsApp
Email