Edizioni Esperidi presenta Kunstwollen Tre – Paesaggi sonori

Per informazioni: 0832.202032 328.0257026 328.3090629 – edizioni@esperidi-prodotticulturali.com – www.edizioni@esperidi-prodotticulturali.com

Viaggio tra strumenti e suoni di Terra d’Otranto. Si svolgerà sabato 10 settembre 2011, alle ore 18.30, presso l’Open Space-Lecce Giovani di Palazzo Carafa, in piazza S. Oronzo a Lecce, la presentazione ufficiale del terzo numero del periodico KUNSTWOLLEN (ISSN 2036-6345), diretto e curato da Claudio Martino (Edizioni Esperidi).

Edizioni Esperidi presenta Kunstwollen Tre - Paesaggi sonori

 

Il periodico si offre quale strumento di divulgazione culturale occupandosi di vari ambiti e soggetti. In questo numero, curato da Gianluca Milanese, dal titolo “Paesaggi sonori: Viaggio tra strumenti e suoni di Terra d’Otranto”, sei giovani pugliesi, impegnati a vario titolo nel campo musicale, illustrano diversi aspetti quanto mai innovativi ed inusitati del tema musica. 

È previsto il saluto del sindaco Paolo Perrone; Saranno presenti: Gabriele De Blasi (Radio Popolare Salento), Gianluca Milanese (musicista e curatore di questo numero), Claudio Martino (direttore del periodico). A seguire aperitivo, e live set a cura di Gianluca Milanese e Guido Nemola.

Gli articoli 

Federico Capone, realizza un’interessante resoconto della storia musicale pugliese nei suoi “Brevi cenni sulla diffusione della musica in Terra d’Otranto”. 

Di “Strumenti musicali in Puglia” scrive Francesco Spada, possessore della più grande collezione di strumenti musicali in Italia. 

Erica Rizzo, si occupa invece di un tema molto innovativo e poco conosciuto: “Il ruolo delle donne suonatrici di tamburello nel rituale del Tarantismo”. 

Uno studio introduttivo su vent’anni di felice convivenza tra “Musica balcanica e musicisti albanesi in Terra d’Otranto” è stato realizzato da Gianpaolo Chiriacò.

Osvaldo Piliego ha scritto un divertente e dirompente articolo dal titolo “Guida poco ragionata al rumore salentino” descrivendo sogni e speranze del rock salentino nato nei garage degli anni ’90. 

Infine Guido Nemola, dj/guru della musica techno ripercorre nel suo articolo “Lecce come Detroit” la storia di artisti salentini che si sono distinti nella musica techno/house. 

Al volume è allegato un CD, con un estratto del concerto “La notte della Taranta – live in villa Ada” registrato a Villa Ada Roma (26 giugno 2002) tenuto nell’ambito del Festival Roma incontra il mondo in cui si sono esibiti i gruppi salentini CRIAMU, MASCARIMIRÌ e ANIMA. Un repertorio che ben si sposa “cronologicamente” con il contenuto di Kunstwollen.

L’evento è patrocinato dal Comune di Lecce e realizzato in collaborazione con Officine della musica (Lecce).

Il progetto Kunstwollen è sostenuto da Nuzzaci Strade (Soleto), Fabrika S.r.l. (Galatina), Birrificio B94 (Lecce).

Il progetto Kunstwollen

Il periodico KUNSTWOLLEN si pone l’obbiettivo di discutere di cultura a tutto tondo (dall’arte moderna alle istallazioni contemporanee, dalla fotografia all’ambiente, dall’architettura al design, alla letteratura, al cinema, ecc.) e di illustrare, in positivo e in negativo, la situazione di alcuni aspetti culturali del territorio pugliese. KUNSTWOLLEN coinvolge soprattutto giovani studiosi che sentono la necessità di promuovere arte e cultura e offre loro un’opportunità per la divulgazione dei loro lavori, che per vari motivi rimangono chiusi nel cassetto anziché arricchire gli studi locali ed essere fruiti dalla comunità. Tutto ciò non solo attraverso la carta stampata ma anche con eventi come questo che pongono l’autore al centro della sua comunità di riferimento. Successivamente alla presentazione ufficiale infatti, i contributi del periodico sono presentati dagli autori “in monografica”, in altri spazi e contesti, con la presenza, di volta in volta, di personaggi legati alla singola tematica.

Per informazioni: 0832.202032  328.0257026  328.3090629

edizioni@esperidi-prodotticulturali.com

www.edizioni@esperidi-prodotticulturali.com

Controllare anche

Do-re-mi-fa-Galiano-Oria

Do Re Mi Fa. Oritani di ieri e di oggi ammaliati dalla musica

Do Re Mi Fa: presentazione, al Cine-Teatro Salerno, del corposo saggio di Angelo Galiano sulla tradizione musicale di Oria. Edito da Edizioni Esperidi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Tweet
WhatsApp
Email