Home / Oria / 22ª Festa di San Giovanni Bosco e 29° compleanno dell’Oratorio Sing

22ª Festa di San Giovanni Bosco e 29° compleanno dell’Oratorio Sing

Festa di San Giovanni Bosco: tanti ospiti presenti, sorprese e storie da raccontare. Premiazione Donato Carbone, Melania Russo e Arte, Sport e Territorio.

Festa San Giovanni Bosco 2019 Oria
Cliccare sull’immagine per ingrandirla!
La serata, inizierà alle ore 19.30 presso il teatro di San Pasquale, e sarà condotta, come da tradizione, dal caporedattore della Gazzetta del Mezzogiorno, dott. Vincenzo Sparviero.

Resi noti i nomi della XXII Festa di San Giovanni Bosco

Festa ad Oria per San Giovanni Bosco: aggregazione e riflessione per l’intera provincia. Si svolgerà giovedì trentuno gennaio la ventiduesima festa di San Giovanni ed il ventinovesimo compleanno dell’Oratorio S.I.N.G., una tradizione per il S.I.N.G. ed un appuntamento atteso per l’intera provincia. Tantissimi gli ospiti presenti, tantissime le sorprese e le storie che saranno raccontate. Durante la serata, come da tradizione, saranno assegnati i premi “Donato Carbone vittima di mafia – premio nazionale”, “Melania Russo” e “Arte, Sport e Territorio”. “Siamo contenti e felici – è il commento della presidente del S.I.N.G. Federica Caniglianon solo per i graditissimi ospiti ma, soprattutto, per le tematiche sulle quali questi amici ci faranno riflettere, un modo particolare e semplice per celebrare e festeggiare il nostro Don Bosco”. Il premio nazionale “Donato Carbone vittima di mafia” sarà assegnato a Don Maurizio Patriciello, il parroco del quartiere Parco Verde di Caivano è uno dei simboli della battaglia condotta nella cosiddetta Terra dei Fuochi, ovvero quella fetta di territorio campano avvelenata da rifiuti tossici che hanno seminato morte nel corso degli ultimi decenni. Morte che non ha risparmiato neanche la sua famiglia, con il decesso del fratello avvenuta per leucemia; a Pino Aprile, noto giornalista e scrittore, è stato vicedirettore di Oggi e direttore di Gente, ha lavorato in televisione con Sergio Zavoli e a Tv7, settimanale di approfondimento del TG1. Nel marzo 2010 ha pubblicato il libro Terroni, un saggio giornalistico che descrive gli eventi che a suo avviso avrebbero penalizzato economicamente il meridione, dal Risorgimento ai giorni nostri. Per questo libro, il 29 maggio 2010, gli sono stati conferiti, fra gli altri, a Palermo il Premio Augustale, a Reggio Calabria il Rhegium Julii, ad Aliano il Premio Carlo Levi, ad Avezzano il Premio Marsica; a Silvio Schembri, giornalista ed inviato della trasmissione TV “Le iene”, Schembri si è imposto al grande pubblico delle iene per la sua freschezza e la sua serietà nella conduzione delle varie inchieste; a Pierdavide Carone e Dear Jack, Pierdavide è un cantautore italiano, giunto al successo nel 2010 in seguito alla partecipazione alla nona edizione del talent show Amici di Maria De Filippi, nella quale si è classificato terzo vincendo il premio della critica. Ha anche partecipato al Festival di Sanremo 2012 insieme a Lucio Dalla, classificandosi al quinto posto. Assieme ai Dear Jack è autore del brano “Caramelle”, brano che narra le storie di un bambino ed una ragazza vittime di pedofilia: il pezzo, nonostante sia stato respinto dal festival di Sanremo, ha ricevuto gli apprezzamenti di Paola Turci, Giorgia, Ermal Meta e i Negramaro, Caramelle è entrata nella Top20 di iTunes e anche l’hashtag #caramelle è salito nei trend topici Twitter; a Sr. Francesca Caggiano, salesiana, educatrice, già missionaria in Albania, ritenuta la cofondatrice dell’Oratorio S.I.N.G. in Oria. Il premio all’educatore “Melania Russo” sarà assegnato ai tre Tribunali per i Minorenni di Puglia, a ritirare il premio sarà il magistrato Bombina Santella, Presidente del Tribunale per i Minorenni di Taranto. Il premio “Arte, Sport e Territorio” sarà assegnato al noto volto femminile della trasmissione “Mudù” Antonella Genga, attrice e comica; a Daniela Mazza, ricercatrice sul fenomeno della pizzica e taranta, cantante, ballerina; a Mago Manisco giovane e bravo prestigiatore oritano. Graditissimo ritorno, in qualità di padrino di “Casa Don Bosco” (il nuovo servizio per i ragazzi del S.I.N.G.) ed amico fraterno dell’Oratorio: Fernando Blasi, Nandu Popu, frontman dei Sud Sound System. “Giunge gennaio, giunge la festa di Don Bosco – afferma il fondatore del S.I.N.G., ideatore della Festa di San Giovanni Bosco e vicepresidente nazionale del Movimento per l’Infanzia – per noi non solo un impegno grandissimo, ma una grande gioia. La gioia dei figli che celebrano il Padre, la gioia dei ragazzi che si stringono attorno alla guida! Siamo contenti della programmazione realizzata per la festa di San Giovanni Bosco, vi aspettiamo a braccia aperte per vivere una serata commovente e divertente”. La serata, che avrà inizio alle ore 19.30 presso il teatro di San Pasquale, sarà condotta, come da tradizione, dal caporedattore della Gazzetta del Mezzogiorno, dott. Vincenzo Sparviero. La festa inizierà, alle ore 18.30, con la celebrazione della messa presso il Santuario di San Antonio presieduta da Don Maurizio Patriciello. La manifestazione gode del patrocinio della presidenza regionale pugliese, della presidenza della Provincia di Brindisi, del Comune di Oria e del Movimento nazionale per l’Infanzia.

Controllare anche

Dal terremoto di Messina a San Pasquale Rogazionisti

Dal terremoto di Messina a San Pasquale con i Rogazionisti di P. Annibale

Dal terremoto di Messina a San Pasquale: iniziava, 110 anni fa, a Oria, l’opera dei Rogazionisti, caritatevole e di formazione artigianale degli orfanelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi44
Tweet
WhatsApp
Email