Francavilla Fontana – Evanescenze nel Castello Imperiali – Gianni Testa

Gianni Testa con Ottorino Picardi

– Vernissage: Sabato 22 settembre 2012 ore 18.30. Ingresso Libero

SAE

– Location: Castello Imperiali, Francavilla Fontana (Brindisi)

– Apertura mostra: Sab 22/9 – dom 7/10, ore 10,00-12,00 / 17,00-20,00.

– Organizzatori: Città di Francavilla Fontana – Assessorato Cultura Turismo e Spettacolo e SAE

– Progetto: Ottorino Picardi (SAE) in collaborazione con Galleria d’Arte Colorstudio Picardi

– Patrocini: Assessore Mediterraneo, Cultura e Turismo Regione Puglia, Puglia Promozione, Touring Club Italiano

– Introduzione e presentazione della serata: Daniela Chionna, consulente artistico dell’evento

 Presentazione opere: Cesare Corbara, Esperto d’arte

– Eventi nell’evento del vernissage: Presentazione e proiezione di video/documentario su Gianni Testa realizzato da Antonella Zito; intermezzi musicali con Arianna Latartara e Giuseppe Pica, violino e chitarra. Punto Libri, a cura della libreria Ubik. Visite guidate del Castello Imperiali a cura di Puglia Promozione e Touring Club Italiano.

– Altri eventi in città per il dopo serata vernissage: 1) Notte degli Imperiali, notte bianca di Francavilla Fontana. 2) Expo Gran Salento, Polo fieristico F. F.

– Info e contatti: Ottorino Picardi, tel 349/7225465 – facebook: Ottorino Picardi – otto.picardi@libero.it

– Eventi collaterali nei giorni successivi al vernissage: Sabato 29 settembre Sfilata di moda “Istituto Cordella”; domenica 30 settembre 2012 visita della mostra con i fiduciari pugliesi del Touring Club Italiano; sabato 6 ottobre visita dei Rotary di Puglia e Basilicata.

Si continua con il ciclo delle grandi mostre a Francavilla Fontana. Dopo le personali di Franco Azzinari, Camillo Fait, Bruno Donzelli, Francesco Toraldo e Ulisse, con i maestri sempre presenti alle personali targate Ottorino Picardi in qualità di curatore organizzativo, sabato 22 settembre 2012 alle ore 18.30, all’interno del suggestivo Castello Imperiali di Francavilla Fontana, si terrà il vernissage della personale dedicata al famoso pittore romano Gianni Testa (sabato 22 settembre – domenica 7 ottobre), artista “storicizzato” e noto anche per le molteplici e prestigiose collaborazioni con la Rai. Un evento che precede la mostra antologica che ad egli sarà dedicata nel Palazzo delle Esposizioni in Roma.

“Evanescenze… nel Castello Imperiali”, a cura dell’Assessorato Cultura, Turismo e Spettacolo di Francavilla Fontana e SAE (Salento Art Events), con la collaborazione della Galleria d’Arte Colorstudio Picardi e il patrocinio dell’Assessore al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia, prof.ssa Silvia Godelli, di Puglia Promozione e delTouring Club Italiano, è il titolo dell’iniziativa che ricorda le tecnica pittorica del Maestro Testa e anche la curiosa leggenda legata alla location, secondo la quale in questo nobile palazzo vi sarebbero misteriose “presenze” appartenenti ai discendenti della famiglia dei principi Imperiali.

Città di Francavilla FontanaLa mostra/evento Testa, fortemente voluta dal Sindaco di Francavilla Fontana, Vincenzo Della Corte, e dall’Assessore Mimmo Bungaro, è un progetto di Ottorino Picardi, presidente di SAE, e rappresenta la prima mostra della nuova era del Castello Imperiali con la riapertura al pubblico dello scorso luglio dopo i lavori di restauro, e si inserisce tra le iniziative volte a potenziare l’offerta culturale di questa imponente e nobile dimora storica in sinergia con le figure impegnate con successo, unitamente all’Amministrazione Comunale, nel suo rilancio e già meta ogni settimana di migliaia di turisti italiani ed esteri:Giovanni Colonna, Touring Club ItalianoAntonio Andriulo, Comune di Francavilla Fontana e Sandro Rodia, Puglia Promozione.

Il vernissage, alla presenza del Maestro Testa, è previsto per le ore 18.30 nel cortile interno del Castello, in cui si potrà richiedere il catalogo della mostra e apprezzare i libri presentati dalla Libreria Ubik ed emozionarsi al suono del violino e della chitarra dei maestriArianna Latartara e Giuseppe Pica, appartenenti all’orchestra sinfonica “Terra d’Otranto”, nota anche per la partecipazione alla trasmissione Rai “Premio Regia Televisiva” e “Premio Barocco”.

Le opere, ben quaranta dipinti distribuiti tra il Salone dello Stemma e i diversi saloni adiacenti, tra le opere dedicate alla Divina Commedia e le nature morte, i paesaggi e i celebri cavalli di Testa, saranno presentate dall’importante Esperto d’Arte dott. Cesare Corbara e dall’artist designer Daniela Chionna, consulente artistico dell’evento.

In seguito sarà presentato e proiettato il video-documentario dedicato a Gianni Testa, realizzato da Antonella Zito, artista emergente ma già riconosciuta. Infine si darà spazio alle degustazioni enogastronomiche con Masseria Santacroce – Leogrande, Tratturi Reali – Rocco Caliandro, LiberaTerraPuglia (vini premiati al Vinitaly e prodotti nei terreni confiscati alle mafie) e Ais Puglia.

Dopo il vernissage si potrà prender parte alle visite guidate del Castello Imperiali a cura di Puglia Promozione e del Touring Club Italiano. Il 22 settembre coincide con la data della notte bianca di Francavilla Fontana, la Notte degli Imperiali, che consentirà una suggestiva e inconsueta passeggiata nel centro storico francavillese; inoltre sarà possibile visitare il Polo Fieristico di Francavilla in occasione dell’Expo Gran Salento.

Nei giorni successivi al vernissage, nella cornice di “Evanescenze… nel Castello Imperiali”, si terranno una serie di altri eventi nell’evento. Sabato 29 settembre, ci sarà la prima sfilata di moda nel Castello rinnovato, a cura del prestigioso Istituto Cordella – Italian Fashion School di Lecce (accademia di moda riconosciuta in Italia e all’estero); l’evento è a cura di SAE e sponsor ufficiale è l’azienda dei Fratelli Cervellera. Le modelle sfileranno nel Cortile interno, con partenza dalla grande scalinata frontale. Conduzione della serata a cura della speaker radiofonica Daniela Chionna.

Per domenica 30 settembre è prevista una visita del Castello e della mostra da parte dei fiduciari del Touring Club Italiano di Puglia e per sabato 6 ottobre il Rotary ha organizzato, in occasione della mostra Testa, un incontro dei rotariani di Puglia e Basilicata, con l’iniziativa “Rotary nei castelli”, a cui seguirà una serata benefica realizzata in collaborazione con SAE.

Ottorino Picardi

Presidente SAE

 

Cenni critici.

Scrivono di Gianni Testa. Michele Guardì: «… sono un sincero ammiratore di Gianni Testa e come ideatore e coautore di “Mattina 2” e “In famiglia” gli sono riconoscente per aver regalato un poco della sua arte ai nostri programmi televisivi». Raffaele Nigro: «… A me pare che i cavalli di Testa siano le furie che hanno accompagnato una generazione rivolta a mille mete e impedita a raggiungerne che sia una… » «… il viaggio di Dante, un viaggio tra dannati, tra creature spaventate, disperate e infelici. “La tempesta infernal che mai non resta”… Una deflagrazione atomica, violenta e inarrestabile… » «… Testa si è formato pittoricamente sui classici e lavorando da restauratore un naturale approdo avrebbe potuto trovarlo nella Nuova Maniera italiana, invece il punto di arrivo è tutt’altro, è un espressionismo furioso venato di simbolismo. È l’antirealismo… L’eroico furore è ottenuto da Testa attraverso la deflagrazione dei contorni delle figure, così che uomini, animali, nature vive e morte e panorami non sono mai definiti, sono sfuggenti come lo è qualsiasi oggetto inquadrato dal finestrino di un auto o di un treno lanciati a velocità impossibile. Come lo è uno scatto fotografico con lente sfocata. È la pittura visionaria, fatta a questo modo, tale da concedere l’acquisizione della figura ma da sfuggire al realismo».

Cenni biografici dell’artista: Il Maestro Gianni Testa, nato a Roma il 23 ottobre 1936, città dove tutt’ora vive ed opera, in una casa adiacente alla Fontana di Trevi, è anche detto “il pittore della Rai” per le sue molteplici e importanti collaborazioni con la televisione di Stato, attraverso la realizzazione di opere in diretta tv, ed è particolarmente apprezzato in Vaticano in cui uno spazio è dedicato alle sue opere e per questo il Maestro ha potuto incontrare personalmente e per diverse volte i Pontefici Giovanni Paolo II e Benedetto XVI. Le opere di Testa, amico dello scultore Pericle Fazzini, in passato ha partecipato a collettive curate da Carlo Levi con i suoi amici Quaglia, Mazzacurati, Guttuso Domenico Purificato e De Chirico, nei mesi successivi alla esposizione francavillese, saranno esposte nel Palazzo delle Esposizioni di Via Nazionale in Roma e nell’Arsenale della Biennale di Venezia. Molti sono stati infatti i premi conseguiti, le rassegne collettive d’arte cui ha partecipato, dalla Biennale Romana alla Triennale di Milano e alla Quadriennale di Roma (sin dal 1975), solo per citarne alcune, e altrettanti i concorsi nazionali vinti. Tra gli ultimi riconoscimenti: premio alla carriera consegnatogli dal prof. Vittorio Sgarbi e premio alla carriera al Festival dei Due Mondi di Spoleto. Il Maestro Testa è un artista già storicizzato, in particolare per i suoi celebri cavalli. Testa dice: «I cavalli sono simbolo di libertà. In fondo credo di essermi legato con un segreto filo sottile ai miei cavalli in corsa e ogni volta trovano nello spazio del quadro il percorso e il senso e in ogni tela sanno dove andare e come fermarsi».

Controllare anche

Suggestiva mostra diorami Pasqua 2019

Suggestiva Mostra dei Diorami di Pasqua o Presepi Pasquali: IV Edizione

La Suggestiva Mostra dei Diorami di Pasqua sarà inaugurata domenica 10 marzo alle ore 19:30, presso la chiesa di San Francesco d'Assisi a Oria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Tweet
WhatsApp
Email