GPU di Oria al Congresso Eucaristico Nazionale di Ancona

Gruppo di Promozione Umana

Martedì 6 settembre 2011 ad Ancona Osimo si svolgerà la Via Crucis. La Città di Oria sarà rappresentata dal Gruppo di Promozione Umana (GPU), che parteciperà con una propria delegazione in costume, i cui attori sono protagonisti della “Passione” che ogni anno si tiene in Oria.

GPU di Oria al Congresso Eucaristico Nazionale di Ancona

In occasione del XXV Congresso Eucaristico Nazionale, che si terrà nella Metropolia di Ancona Osimo dal 3 all’11 settembre p.v., martedì 6 settembre 2011 dalle ore 20,00 si svolgerà per le vie e le piazze principali di Ancona la “Via Crucis” e, vedrà come protagonisti 250 attori, in costume d’epoca, provenienti da diverse regioni d’Italia. L’inserzione della rappresentazione della Passione e Morte di Cristo nella devozione tradizionale della Via Crucis con le sue quattordici stazioni che vanno dalla condanna a morte di Cristo alla sua deposizione nel sepolcro, costituisce un’assoluta novità nelle celebrazioni ecclesiali di rilievo nazionale. Gli interpreti, i figuranti, gli organizzatori, i tecnici, i costumi, i materiali dell’allestimento scenico provengono tutti dalle 25 Associazioni di località aderenti ad Europassione per l’Italia. Anche la Città di Oria sarà rappresentata alla Via Crucis, tramite il Gruppo di Promozione Umana che parteciperà con una propria delegazione in costume, i cui attori sono protagonisti della “Passione” che ogni anno si tiene in Oria. La caratteristica di queste associazioni è la rappresentazione della Passione di Cristo, che avviene nella maggior parte dei casi ogni anno tra la Domenica delle Palme e il Venerdì Santo, all’aperto e con la partecipazione di centinaia di attori non professionisti, coinvolgendo nell’evento gran parte della popolazione locale. Sono moltissime e diffusissime in tutt’Italia le rappresentazioni della Passione, le più antiche legate alla  forma delle processioni drammatiche con i misteri, i simboli e i canti di passione, le confraternite dei penitenti, le statue del Cristo morto e dell’Addolorata, le più recenti sempre più spostate verso la dimensione del teatro sacro di comunità e del teatro popolare. Protagonisti in entrambi i casi sono i laici spesso equamente distanti sia verso la parrocchia che il professionismo teatrale e che, comunque alimentano un fenomeno rituale-teatrale unico che esiste e resiste da almeno mille anni e continua a stimolare la creatività non solo popolare, ma anche quella artistica di altissimo livello. Europassione per l’Italia fa parte di Europassion l’ampio consorzio europeo che raccoglie molte delle più importanti Passioni di Francia, Spagna, Portogallo, Belgio, Olanda, Austria, Germania e Polonia. Lo sforzo associativo di questi ultimi anni è stato quindi proprio quello  di tradurre in pratica il comandamento dell’amore impartito da Cristo nella prima scena chiave delle Passioni: l’Ultima cena. Una grande occasione e sfida si è presentata con la richiesta della Conferenza Episcopale Italiana(CEI) di organizzare la Via Crucis vivente per il XXV Congresso Eucaristico Nazionale, portando il meglio delle proprie Associazioni ma unite in un’unica rappresentazione. La Via Crucis partirà da Piazza Plebiscito con “la Condanna  a morte di Cristo”(I Stazione) per proseguire successivamente attraverso le vie e le piazze principali dove si rappresenteranno cronologicamente le varie  Stazioni della Passione di Cristo e terminerà il percorso in Piazza Duomo con la “Crocifissione, la deposizione del Cristo Morto” e l’ingresso del mesto corteo all’interno della Cattedrale di San Ciriaco per l’annuncio della resurrezione. Le stazioni della Via Crucis saranno accompagnati con i canti liturgici eseguiti dal Coro ANSI Nuova Speranza di Borghetto di Monte San Vito. La Via Crucis, inoltre, potrà essere seguita dai fedeli attraverso dei maxi-schermi collocati in tutta la Città di Ancona. Si comprende in questa luce l’ardito esperimento della Via Crucis Vivente di Ancona di affrontare il tema della fragilità umana non nascondendo la crudezza della sofferenza umana esemplificata fisicamente e visivamente dalla Passione di un figlio e di una madre, Gesù e Maria, continuamente confrontata nei testi e nelle preghiere con le sofferenze degli uomini d’oggi. Forse sarà pochissimo, forse nulla. Il dono di sé che i membri di Europassione per l'Italia hanno dato in termini di tempo, ore di lavoro, impegno, dedizione per la Via Crucis di Ancona e che danno ogni anno per le loro comunità non vorrebbe essere solo per la gloria di Dio, ma anche per far crescere uomini e comunità migliori. Il XXV Congresso Eucaristico Nazionale dal tema “Eucaristia per la vita quotidiana” è un evento ecclesiale inserito nel cammino delle Chiese in Italia e negli orientamenti pastorali per il decennio 2010-2020. Il Congresso vuole raccogliere il grido e la speranza della società contemporanea che vede nell’Eucaristia la presenza viva del Signore Risorto in mezzo a noi. 

Controllare anche

Episcopio di Oria

Episcopio di Oria: progetto valorizzazione, primi in graduatoria regionale

Episcopio di Oria: progetto Città invisibile… finanziato per la valorizzazione e la fruizione dai visitatori del complesso Monumentale e del Museo diocesano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Tweet
WhatsApp
Email