"Identità, vocazione e futuro dei Cristiani in Terra Santa"

Manifesto di Nicola Andreace
Manifesto di Nicola Andreace
Venerdì 19 marzo 2010, alle ore 18.30, nel Cineteatro Spadaro di Massafra, dopo l'introduzione musicale del Trio classico composto da Maria Cristina Giovinazzi (violino), M° Giuditta Giovinazzi (Violoncello), M° Leonardo Caragnano (cembalo), il Patriarca di Gerusalemme, sua Beatitudine Mons. Fouad Twal, terrà una conferenza sul tema "Identità, vocazione e futuro dei Cristiani in Terra Santa". Per l'occasione Nicola Andreace ha realizzato il Manifesto. (Carpe diem Oria)

Manifesto
Organizzato dalla Consulta delle Associazioni di Massafra, FIDAPA di Massafra; Lions Clubs Massafra-Mottola “Le Cripte” e Taranto Aragonese; Rotary Clubs Massafra e Riva dei Tessali, Leo Club Massafra-Mottola “Le Cripte”, Rotaract Massafra, d’intesa con la sezione di Castellaneta dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, con il patrocinio del Comune di Massafra e la partecipazione delle Scuole Medie Superiori della Città, il giorno 19 marzo 2010, alle ore 18,30, nel Cineteatro Spadaro di Massafra, dopo l’introduzione musicale del Trio classico composto da Maria Cristina Giovinazzi (violino), M° Giuditta Giovinazzi (Violoncello), M° Leonardo Caragnano (cembalo), il Patriarca di Gerusalemme, sua Beatitudine Mons. Fouad Twal, terrà una conferenza sul tema “Identità, vocazione e futuro dei Cristiani in Terra Santa".
Per l’occasione Nicola Andreace ha realizzato un Manifesto, che è stato riprodotto sugli inviti, così spiegato dall’autore:
“Partendo dal simbolo dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro, ho progettato uno schema geometrico di forte impatto grafico, che dà forma unitaria ed equilibrio estetico alla composizione. In essa sono raffigurati la Mappa di Gerusalemme, ombelico del mondo, l’Edicola del Santo Sepolcro, il Pastorale, simbolo di strumento di guida spirituale e di protezione, tutti convergenti verso una Colomba, metafora del desiderio di pace e di mediazione tra le comunità cristiane. I colori rosso, azzurro e verde esprimono il sacrificio, la disponibilità verso gli altri, la speranza di tempi di cooperazione”.

Controllare anche

Nicola Andreace porta il suo nome e quello di Massafra a Rotterdam

Invitato dalla Galleria Queenartstudio di Padova, guidata brillantemente dalla dott.ssa Maria Grazia Todaro, espone il 12 e 13 settembre alla Art Fair Rotterdam 2014 l’opera “Dinamica sociale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Tweet
WhatsApp
Email