Condizioni igienico sanitarie critiche: chiusi i bagni pubblici zona mercato

Oria: il M5 Stelle denuncia il mancato rispetto delle condizioni igienico sanitarie e la chiusura dei bagni pubblici nell’area mercatale di viale Ippocrate.

Bagni mercato Oria
Cliccare sull’immagine per ingrandirla!

Oggetto: Criticità igienico-sanitarie presso l’area mercatale di viale Ippocrate.
Con la presente richiesta, il Movimento 5 Stelle vuole denunciare all’Amministrazione la grave situazione che sussiste nell’area mercatale di viale Ippocrate riguardo la chiusura dei bagni pubblici e la conseguente mancata garanzia delle condizioni minime igienico-sanitarie.

Comunicato

Negli ultimi mesi la mancata manutenzione dei bagni pubblici ha comportato la conseguente chiusura degli stessi, arrecando gravi disagi sia agli ambulanti che ai cittadini che si recano in tale area. Chiusura che ha portato l’amministrazione a soluzioni esose e palliative, come la determina 186 del 21/02/2018, con la quale l’amministrazione si impegnava a noleggiare n. 2 bagni chimici per un importo di 607,56 euro per un periodo non specificato.
Attualmente la zona è sprovvista di servizi igienico-sanitari sia fissi che mobili.
Per quanto sopra, il Movimento 5 Stelle sollecita la nuova Amministrazione ad adoperarsi nel più breve periodo al ripristino delle condizioni minime igienico-sanitarie dell’area mercatale di via Ippocrate, ripristinando l’immobile comunale adibito a bagni pubblici ed accantonando la costosa prassi del noleggio di quelli chimici.
Per il Movimento 5 stelle
Raffaele Proto
Daniela Capone

Controllare anche

Episcopio di Oria

Episcopio di Oria: progetto valorizzazione, primi in graduatoria regionale

Episcopio di Oria: progetto Città invisibile… finanziato per la valorizzazione e la fruizione dai visitatori del complesso Monumentale e del Museo diocesano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share17
Tweet
WhatsApp
Email