Home / Archivio / L'Oritano / Il sindaco di Oria Pomarico segnala alla Telecom antenna pericolosa

Il sindaco di Oria Pomarico segnala alla Telecom antenna pericolosa

Il sindaco di Oria, Cosimo Pomarico

Il sindaco di Oria Cosimo Pomarico, a seguito di ripetute lamentele espresse dai cittadini residenti in via Enrico Toti, ha segnalato alla compagnia telefonica Telecom la pericolosità dell’antenna – di proprietà della compagnia stessa – che da tempo ormai è sprovvista di indicazioni luminose.

Il sindaco di Oria Pomarico segnala alla Telecom antenna pericolosa

 

Pomarico ha infatti scritto: “Mi corre l’obbligo di richiamare l’attenzione dei responsabili del servizio in indirizzo su di un evidente inconveniente che ha ormai raggiunto livelli notevoli di pericolosità. Diversi cittadini, fortemente preoccupati, hanno più volte segnalato che da oltre 4 anni la vostra antenna è priva di qualsivoglia indicazione luminosa che ne segnali debitamente la presenza agli aeromobili, in modo particolare elicotteri, che in quella zona sono di frequente passaggio. È evidente che tale stato di abbandono costituisce un serio pericolo sia per il traffico aereo che per l’incolumità dei cittadini, trattandosi di una zona ad alta densità abitativa. Ho doverosamente segnalato detto inconveniente per un vostro specifico e urgente intervento mirato a risolvere il problema al fine di prevenire il verificarsi di eventuali irreparabili e gravi incidenti”.

Il sindaco di Oria confida pertanto nella pronta risoluzione del problema da parte della compagnia telefonica.

Controllare anche

Autovelox fisso sulla circonvallazione Oria

Autovelox fisso sulla circonvallazione: Amministrazione fa ennesima gaffe

Autovelox fisso sulla circonvallazione: per la Lega Salvini Premier di Oria si tratta dell’ennesima gaffe compiuta dall’Amministrazione del Cambiamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi
Tweet
WhatsApp
Email