IMU non è tassa Comunale – Oria e tutti gli altri Comuni a Venezia protestano

 

Città di Oria

PROVINCIA DI BRINDISI

 

L’IMU NON È UNA TASSA COMUNALE

Carissimi Concittadini,

Aspettavamo una patrimoniale sui ricchi e ci siamo ritrovati con una tassa ingiusta a carico dei poveri, su coloro che hanno sempre  pagato le tasse e con nuovi tagli ai Comuni.

 La manovra finanziaria del governo Monti ha introdotto  un nuovo tributo: l’imposta patrimoniale sugli immobili (IMU), che sostituisce la vecchia imposta sugli immobili e vale più del doppio della vecchia ICI.

La nuova imposta è “municipale” solo nel nome, perché nonostante gli aumenti, oltre il doppio rispetto alla vecchia ICI del 2011 ( 133% in più), non porterà risorse aggiuntive nel bilancio del nostro Comune.

I Comuni dunque, se non ci sarà un ripensamento del Governo, saranno costretti a richiedere ai propri Cittadini un’imposta di molto superiore alla vecchia ICI, per sostenere il deficit pubblico e senza che ciò porti un centesimo in più nelle casse comunali.

Per il 2012 i Comuni perdono risorse per un ammontare del 27,20% della vecchia ICI, e subiranno ulteriori tagli sui trasferimenti Statali e quindi sulle casse comunali pari al 18%.

Di fatto, tutti i Comuni italiani, a seguito di questa macchinosa decisione del Governo si trovano ad affrontare una situazione di estrema emergenza: lo Stato, che già negli anni precedenti  aveva imposto tagli e sacrifici, con quest’ultima manovra sull’IMU, ha reso ancora più precari i bilanci locali e con essi la possibilità di continuare ad erogare servizi essenziali alla cittadinanza.

Il nostro contatto quotidiano con i problemi reali dei Cittadini, delle famiglie e delle categorie economiche che si impoveriscono sempre di più ci crea difficoltà nell’ affrontarli come vorremmo a causa della mancanza di risorse disponibili.

ORIA e tutti gli altri Comuni Italiani il giorno 24 maggio a Venezia protestano nei confronti del Governo per una tassa ingiusta e recessiva che, se confermata, porterà i Comuni stessi a ricorrere all’unico strumento a disposizione: la revisione delle aliquote dell’IMU e dell’addizionale comunale all’Irpef. 

I Comuni quindi, se saranno costretti a dar corso ad ulteriori aumenti del prelievo fiscale, secondo principi di equità e di proporzionalità, lo faranno per sostenere servizi pubblici essenziali nella vita delle comunità locali, dagli asili nido alle scuole materne, dalle mense scolastiche ai  trasporti pubblici, dai servizi per anziani. ai disabili, ecc..

Il 18 giugno scadono i termini per pagare la rata di acconto, per qualsiasi informazione i Cittadini potranno rivolgersi all’Ufficio tributi del Comune di Oria. 

Cordiali saluti

Oria,lì 15 maggio 2012

Il Sindaco

Cosimo Pomarico 

Controllare anche

Episcopio di Oria

Episcopio di Oria: progetto valorizzazione, primi in graduatoria regionale

Episcopio di Oria: progetto Città invisibile… finanziato per la valorizzazione e la fruizione dai visitatori del complesso Monumentale e del Museo diocesano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Tweet
WhatsApp
Email