Home / Foto / Inaugurazione Rassegna nazionale d'Arte Sacra Contemporanea – Foto

Inaugurazione Rassegna nazionale d'Arte Sacra Contemporanea – Foto

La manifestazione ha il Patrocinio della Diocesi di Brindisi, della Presidenza della Giunta Regionale Pugliese, dell’Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia, dell’Amministrazione Provinciale di Brindisi e dell’Amministrazione Comunale –Assessorato alla Cultura di S. Michele Salentino. Nel suo saluto il Sindaco Dott. Alessandro Torroni ha posto in rilievo come “la riqualificazione della Biblioteca-Pinacoteca Comunale “Salvatore Cavallo” ha costituito un intervento fondamentale per San Michele Salentino e il territorio, poiché in essa si afferma ancor di più il percorso di crescita culturale intrapreso da anni dalla nostra Amministrazione, nella convinzione che la crescita di una città dipende essenzialmente dalla crescita culturale dei suoi cittadini”. Mons. Angelo Catarozzolo, Prelato d’Onore di Sua Santità è intervenuto sul concetto di bellezza, “risvolto della verità cui sempre anela l’uomo dotato di intelligenza. L’arte risponde a questa perenne istanza dello spirito: il bisogno di verità, perché la verità è bella di per se stessa, quindi inseparabile dalla bellezza. La verità cercata nella realtà creata ed increata, trova forme di espressività nelle creazioni artistiche dell’uomo”. Nel suo intervento il giornalista Dott. Angelo Sconosciuto ha posto in rilievo il ruolo fondamentale che i contenitori culturali costituiscono e in particolare la Biblioteca-Pinacoteca “Salvatore Cavallo rappresenta un sicuro punto di riferimento per lo studio del “Novecento italiano” poiché in essa sono custodite importanti opere d’arte e una dotazione libraria, finemente valorizzata dalle ultime donazioni, che ne ripercorrono tutto l’arco storico-temporale. È intervenuto il critico d’Arte Prof. Gianfranco Labrosciano che ha messo in risalto fra l’altro come “l’Arte, alla fine, è materia pittorica e scultorea formalizzata, tende sempre al calibrato equilibrio in sintonia con la percezione visiva dell’artista, ma se questo equilibrio, una volta raggiunto, non lo soddisfa, è perché c’è ancora uno spazio, forse, che non è perlustrato. È lo spazio del sacro, quello davanti al quale, probabilmente, finisce l’Arte e incomincia la preghiera, comunque la si voglia concepire. La forma eletta, allora, è il veicolo, il mezzo per entrare in questi recinti e tentare una via, una soltanto, quella raggiunta dall’artista, per circoscriverli”. Ha portato il saluto dell’Amministrazione Comunale di S. Michele Salentino anche il Vice Sindaco Avv. Maristella Menga nella sua veste di Assessore alla Cultura dinanzi a un folto pubblico di appassionati e cultori dell’arte, nonché artisti giunti da ogni parte del territorio nazionale.

 In mostra le opere di Nicola Andreace di Massafra (Ta), Igli Arapi di Martina Franca (Ta), Giovanni Carpignano di Palagianello (Ta), Vincenzo De Filippis di Grottaglie (Ta), Maria Elena Diaco di Catanzaro, Vittorio Emanuele di Cusago (Mi), Mariano Filippetta di Frosinone, Giuseppe Giuffrida di Catania, Cosimo Giuliano di Latiano (Br), Corrado Grifa di S. Giovanni Rotondo (Fg), Carlo Iacomucci di Macerata, Donato Bruno Leo di San Vito dei Normanni (Br), Nicola Liberatore di Foggia, Massimo Marangio di San Pietro Vernotico (Br), Oronzo Mastro di Novara, Enrico Meo di Cosenza, Maurizio Romani di Roteglia (Reggio Emilia), Filippo Rossi di Firenze, Vito Russo di Salve (Le), Dimitri Salonia di Messina, Luigi Spanò di Lecce, Tarshito di Bari, Vincenzo Vacca di Grottaglie (Ta), Alfonso e Nicola Vaccari di Forlì.

La Rassegna potrà essere visitata dal 15 Marzo al 22 Aprile con ingresso libero con i seguenti orari di apertura: dal lunedì al venerdì 16.30/19.00- martedì e giovedì 9.30/12.30. Per info tel. 0831.966026 / 0831.771568/pinacoteca.cavallo@libero.it

Controllare anche

Aspetttando-il-perdono-Oria

Aspettando il Perdono: ultimo evento della Rassegna Un Pozzo di Cultura

Aspettando il Perdono: evento conclusivo della Rassegna Un Pozzo di Cultura proposto dall’associazione culturale Il Pozzo e l’Arancio di Oria.

Condividi
Tweet
WhatsApp
Email