LA CATECHESI COME PROCESSO EDUCATIVO

Oria | Estratto da: Memoria – Quaderno Pastorale della Diocesi di Oria
 
Memoria – Quaderno Pastorale della Diocesi di Oria – La Catechesi

Riccardo Tonelli

 

Queste riflessioni partono da una premessa che considero decisiva per tutta la proposta.
Si tratta di una questione molto impegnativa, che condiziona le soluzioni concrete che quotidianamente noi diamo ai problemi della catechesi.
La catechesi è orientata alla educazione della fede: non è comunicazione di informazioni altrimenti non conosciute e neppure semplice approfondimento di quanto già conosciamo. Si può parlare di "educazione della fede" (prendendo evidentemente sul serio il sostantivo "educazione")?
Non possiamo mai dimenticare che la fede è dono di Dio… quindi c’è posto per la sua educazione? Come si qualifica il servizio della catechesi in questo processo?
Condizioni educative per la maturazione della fede
La fede dei cristiani e la sua professione è un’operazione speciale. In essa si intrecciano tante componenti… Una pagina interessantissimo al riguardo è la predicazione di Paolo all’areopago di Atene (Atti 17).
La fede è un dono specialissimo:
•nasce dall’incontro personale con un evento… che può essere programmato, sostenuto, costruito come coinvolgente…
•esige una decisione personale coraggiosa e coerente, sostenuta da eventi e dalla loro comprensione matura
•si colloca in quel processo di comprensione e decisione che chiama in causa la responsabilità personale
•per la sua qualità richiede conoscenze autentiche.
Di qui la mia conclusione: il dono della fede diventa scelta personale di fede quando mettiamo in gioco il cammino personale di maturazione nella comunità della Chiesa.
Il compito educativo
La catechesi, al servizio della fede, si colloca dentro un processo educativo impegnativo.
Dobbiamo comprendere bene questo processo per qualificare il nostro servizio ai diversi livelli di responsabilità.
Un esempio concreto: il pozzo di Meghiddo.
Il processo educativo può essere concretizzato nell’invito a scavare su tutti gli avvenimenti dei "pozzi di Meghiddo", abilitando tutte le persone a sapere realizzare l’operazione con competenza e autenticità.
Questo comporta una serie di compiti… che riguardano proprio la catechesi, a tutti i livelli:
•L’attenzione a tutti gli avvenimenti
•Interiorità e discernimento
•Verso il mistero che ci avvolge per arrivare alla verità
•Una esigenza: la trasparenza
Ritorna, in concreto, il modo con cui la Lettera agli Ebrei (cap. 11) ci propone la fede (cfr. riflessione precedente).
Cosa scopriamo "dentro"?
La funzione della catechesi nella sua dimensione specifica e irrinunciabile… è offerta dall’aiuto ad incontrare e sperimentare il mistero che scopriamo quando siamo arrivati nel profondo.
Confrontandoci ancora con l’esperienza dei primi cristiani, quello che scopriamo nel profonda di ogni avvenimento è il "mistero" di Dio e dell’uomo:
•Dio, chi sei per me?
•Io, chi sono nel tuo progetto?
Non basta scienza e sapienza: va scoperta quella strana sapienza che contesta ogni sapienza umana e ci chiede il coraggio di valutare fatti e persone da questa prospettiva nuova: Gesù ce l’ha proposta con la storia del "buon samaritano" (Luca 10).


N.B.: La pubblicazione dei testi e delle immagini di proprietà della Diocesi di Oria dovrà avvenire nel rispetto delle normative vigenti in materia di tutela del diritto d’autore, in particolare con la previa autorizzazione, e citando sempre esplicitamente la fonte e/o l’autore dei contenuti pubblicati.

Controllare anche

Episcopio di Oria

Episcopio di Oria: progetto valorizzazione, primi in graduatoria regionale

Episcopio di Oria: progetto Città invisibile… finanziato per la valorizzazione e la fruizione dai visitatori del complesso Monumentale e del Museo diocesano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Tweet
WhatsApp
Email