Martina Franca – Battiti d'ali in città

 

Una recente indagine condotta dagli attivisti del WWF ha rilevato la presenza di ben 52 specie di uccelli che frequentano l'ambito urbano di Martina Franca nelle diverse stagioni dell'anno. Il fenomeno dell'inurbamento è determinato soprattutto dalle opportunità di alimentazione e di nidificazione che la città e i suoi spazi offrono all'avifauna e alla capacità adattativa degli uccelli stessi che spesso dipendono dalle attività dell'uomo e dall'edificato in particolare. Il grillaio, infatti, è un falco migratore che da pochi anni si è insediato con una piccola colonia nel centro storico della cittadina rococò e la sua conservazione dipende dal mantenimento di cavità degli edifici e di sottotetti utili alla nidificazione. Un altro esempio è dato dal rondone, specie fortemente sinantropica, le cui popolazioni, quasi esclusivamente urbane, sono minacciate da interventi di ristrutturazione poco attenti alle esigenze della specie. I giardini e le alberature, invece, sono allietati dai canti di merli, cardellini e capinere. Tra l'altro non è inusuale osservare assioli, gufi e civette nelle ore crepuscolari e notturne.

L'appuntamento è per sabato 28 aprile ore 17.00 presso l'arco di Santo Stefano (piazza XX Settembre) a Martina Franca. Si consigliano binocolo, guida al riconoscimento degli uccelli, taccuino e fotocamera.

È  necessaria la prenotazione al numero telefonico 3394478979 – info@geniuslociapulia.it.

Controllare anche

Tavoli Modello Vitacom

Modello Vitacom per progettare insieme il futuro della città

Tavoli per la Sussidiarietà Circolare: con l’apporto delle idee all’interno di un progetto costruiamo insieme un nuovo modello di sviluppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Tweet
WhatsApp
Email