Home / Puglia / Massafra / Massafra – Decimo Festival Internazionale della Fisarmonica

Massafra – Decimo Festival Internazionale della Fisarmonica

L’evento musicale, Festival Internazionale della Fisarmonica, Città di Massafra “Terra delle Gravine”, dedicato al suono della fisarmonica, con esibizioni di artisti affermati a livello internazionale e di giovani talenti, nato nel 2002, è un progetto culturale di conoscenza e valorizzazione del patrimonio storico artistico culturale del nostro comprensorio, molto atteso da spettatori, affezionati e curiosi. Dal 2003 durante la cerimonia di inaugurazione viene assegnato il Premio “Alessandro Tannoia” a personalità che hanno dato lustro al territorio. Nicola Andreace, che, sin dall’inizio, ha disegnato l’imponente scenografia, l’immagine del Premio e i Manifesti, porta avanti la sua ricerca espressiva, realizzando visioni grafico-pittoriche simultanee, in cui, attraverso una stratificazione, personaggi, elementi della nostra storia e luoghi, simbolo della sua città, vengono associati ai sentimenti, ai ricordi. I suoi frammenti di realtà, quasi seguendo uno svolgimento filmico, sembra raccontino una storia senza tempo pur fissata nell’immobilità di un’ elegante composizione armonicamente costruita, caratterizzata da un tratto semplice e immediato mai disgiunto dal vigore creativo. Anche in occasione del Decimo Festival Internazionale della Fisarmonica, Città di Massafra- Terra delle Gravine 2002-2012, Andreace, ha ideato e realizzato il “Manifesto”, nel quale,  attraverso variazioni prospettiche, ha creato atmosfere quasi oniriche, dove il tempo sembra sospeso, che ha accompagnato con questa didascalia “… in un gioco di alchimia cromatica, la MUSICA, sospesa tra suggestioni uditive e reale evocativo, vola con il fascino magnetico delle sue variazioni sonore…” Poi, intervistato, sull’opera ha aggiunto la seguente annotazione: “Sul palcoscenico della celebrazione del Festival, tra gli elementi peculiari del territorio (panorama di Massafra, muro a secco, fichi d’india), in un gioco cromatico, la MUSICA, sospesa tra suggestioni uditive e reale evocativo, vola con il fascino magnetico delle sue variazioni sonore, saldate tra loro da un’unità spirituale, che crea nell’orchestra e nel pubblico un feeling musicale e sensoriale, un coinvolgimento emotivo, una tensione intima, un’atmosfera che con forza gioiosa sospinge l’immaginazione verso momenti e personaggi del passato”

Controllare anche

Together Festival Oria

Piazza Lorch a Oria: Together Festival delle arti e della solidarietà

Together Festival: musica, danza e Sbandieratori della città di Oria con raccolta fondi per i terremotati del Centro Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi
Tweet
WhatsApp
Email