Home / Oria / I Milites di Oria a Lecce con “La Croce e la Luna. Gli eserciti di Dio”

I Milites di Oria a Lecce con “La Croce e la Luna. Gli eserciti di Dio”

La Croce e la Luna. Gli eserciti di Dio: spettacolo che rievoca fatti della terza crociata e promuove la tolleranza e la libertà di culto.

Milites Croce Luna

La Croce e la Luna – Gli Eserciti di Dio
Sabato 15 ottobre alle ore 21:00
Anfiteatro Romano – Lecce

Vincitore del progetto ministeriale “Giovani per il sociale”, presentato in partenariato con la Comunità Emmanuel di Lecce, lo spettacolo La Croce e la Luna – Gli eserciti di Dio, è una rievocazione storica incentrata sui fatti storicamente accaduti durante la terza crociata, detta dei tre Re, del 1189.

Il messaggio trasmesso è di forte attualità: promuovere la tolleranza e la libertà di culto, contro ogni fanatismo e atto di violenza compiuto nel nome di un dio.
Attraverso un’intensa resa spettacolare, una fedele riproduzione dei particolari relativi a quel preciso periodo storico ed emozionanti scontri mozzafiato, lo spettatore verrà immerso in un lontano passato che ancora riverbera tragicamente nella nostra quotidianità e potrà comprendere quanto importante sia la lezione della storia affinché quegli errori non vengano ripetuti.

L’avvincente spettacolo della Croce e la Luna è organizzato dalla Compagnia d’Arme Milites Friderici II di Oria.

Per conoscere meglio la Compagnia d’Arme “Milites Friderici II”.
La compagnia d’Arme Milites Friderici II di Oria è nata nel 2003 per volontà di un gruppo di giovani studenti liceali fortemente appassionati di storia medievale e cresciuti nella suggestiva atmosfera del Torneo dei Rioni di Oria. Gli obiettivi che la compagnia si prefigge di raggiungere sono sostanzialmente due. 
Il primo è quello di fare Storia vivente (Living History) attraverso la Rievocazione Storica, che consente, con un corretto modo di proporre la Storia, di esercitare una importante azione didattica e divulgativa in modo qualificato e documentato.
 La Compagnia, come secondo obiettivo si è posto di raggiungere gli studenti di ogni ordire e grado. Di dimostrare come la Storia non è solo quella che si studia sui libri e come, attraverso le ricostruzioni condotte secondo un profilo fedele alle fonti storiche e iconografiche, si possano raggiungere obiettivi didattici per una crescita umana e culturale. 
La compagnia vivendo e operando in un contesto in cui la figura del grande Imperatore Federico II ha lasciato tracce indelebili della sua presenza come il maestoso maniero Svevo, fa riferimento al XII e XIII secolo per quanto concerne l’abbigliamento, le armi, le tecniche di combattimento, la vita di campo e la preparazione dei cibi e delle bevande. La compagnia organizza in occasione delle giornate federiciane ad Oria un accampamento medievale ai piedi del castello svevo, raggruppando le compagnie d’armi del sud d’Italia. 
La compagnia dispone di due tende a base quadrata che possono contenere fino ad un totale di 15 persone. Oltre a queste ci sono bracieri, panche e tavoli in legno, casse in legno per il trasporto del materiale, stoviglieria medievale, in ferro, terracotta e legno e una struttura porta armi e armatura. A conclusione la compagnia Milites Friderici II è in grado di proporre un accampamento medievale “VIVO” dove il pubblico verrà coinvolto proponendo una visione del medioevo nuova e non solo museale.
 La compagnia d’arme “Milites Friderici II” è in grado di proporre il periodo storico che va dal XII al XIII secolo, facendo particolarmente attenzione ai costumi e alle armi del periodo. La compagnia dispone di diversi tipi di arma: spade ad una mano, ad una mano e mezza, ausberghi, camagli, elmi a cervelliera con nasale, elmi pentolari, muffole, asce, scudi triangolari e circolari, archi e balestre, lance, mazze ferrate e mazze frusto. La compagnia d’arme è in grado di offrire, spettacoli di battaglie medievali, con formazioni, movimenti e schieramenti di battaglia. Un giovane scudiero riceve i voti, le armi ed il rango di cavaliere tramite una suggestiva cerimonia, presieduta da un feudatario e da nobili. Ad Oria, in occasione del venerdì precedente al “Corteo Storico di Federico II” la compagnia rappresenta la cerimonia d’investitura del cavaliere. La compagnia porta all’interno delle scuole la visione e la descrizione attraverso diapositive e non solo, di armi e costumi e di ogni tipo di attività quotidiana del periodo medievale. La didattica comprende anche la vestizione del cavaliere dal vivo con ogni indumento e parte di armatura. I cavalieri della compagnia sono in grado di proporre duelli con diverse armi in uso nel medioevo, come spada, spada e scudo, lancia, con abile maestria e dinamicità, rendendo i duelli coinvolgenti. La compagnia è in grado di inscenare una rissa tra armigeri e civili con duelli e scontri, riproducendo una tipica situazione che poteva accadere all’interno di una locanda del tempo. Tutti i personaggi sono rigorosamente in costume.

[Google]

Controllare anche

Dal terremoto di Messina a San Pasquale Rogazionisti

Dal terremoto di Messina a San Pasquale con i Rogazionisti di P. Annibale

Dal terremoto di Messina a San Pasquale: iniziava, 110 anni fa, a Oria, l’opera dei Rogazionisti, caritatevole e di formazione artigianale degli orfanelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi15
Tweet
WhatsApp
Email