Oria e i Libici

di Angelo Lippolis

Se avevamo bisogno di una smentita riguardo al matrimonio di Piersilvio ad Oria, il Governo Berlusconi non avrebbe potuto fare di meglio: una tendopoli e 720 profughi a 4 km dal nostro Centro Abitato.

Oria e i Libici

La premessa: i Libici è doveroso ospitarli dignitosamente.

È sul dignitosamente che però c'è da chiarirsi con il Ministro Maroni il quale da Tunisi quest'oggi ha detto: "abbiamo individuato, in ogni regione italiana, escluso l'Abruzzo, i luoghi più adatti per riceverli". Quindi, siccome Gheddafi lo si è ospitato a Roma in una Tenda sul prato di Villa Panphili, Maroni ha pensato che un terreno incolto e abbandonato sulla Oria Manduria non fosse tanto diverso dal prato di Villa Panphili ed ha individuato la tenda Gheddafiana quale modello abitativo di riferimento.

E quindi che ne sarà di Oria?


Turismo

Turismo addio. Consiglio i candidati sindaci che pensavano di farne il proprio cavallo di battaglia di eliminarlo dal proprio programma elettorale. Se è morta turisticamente Lampedusa che i turisti ce li aveva con l'estate che dura 8 mesi all'anno ed un aeroporto con voli giornalieri per tutte le destinazioni… immaginate che succederà ad Oria che non ha il mare, che non ha l'estate tutto l'anno e che i turisti ancora non li ha.


Sicurezza

 È un dato certo. Poca gente, per bene, e molta, poco raccomandabile. Solitamente nei centri di accoglienza organizzati, solitamente ex-caserme con mura di cinta invalicabili, l'attività principale è l'evasione. Ho dato uno sguardo alla struttura che si sta allestendo, che come tutti sanno è un terreno abbandonato con una serie di ruderi pericolanti dove l'Esercito si allena a fare la guerra. Escavatori e bobcat hanno montato una rete a maglia larga, altezza 220 cm. Chi preverrà le evasioni? Secondo voi per educazione fuggiranno un poco alla volta o tutti contemporaneamente? A Oria abbiamo solo i Carabinieri, sprovvisti di uomini e mezzi. Se il Comandante Borrello non compra a sue spese il toner della stampante non si possono stampare le denunce. Quanto agli uomini, di notte ce ne sono solo 2, che devono decidere se stare in caserma o pattugliare la città, ma comunque non sono in grado di fare tutte e due le cose. Siccome le fughe si fanno di notte, come faranno i due poveri cristi? Sicuramente non li potranno aiutare quelli di Francavilla che anche loro sono un po' pochini per contrastare il fenomeno criminalità: lì ogni giorno qualcuno si spara e ci scappa un morto al mese.


Salute e igiene pubblica

Sempre nei centri di accoglienza organizzati, le condizioni igieniche sono penose. Immaginate in aperta campagna, dove non c'è l'acqua e la fogna. Eravamo tra i primi comuni d'Italia nella raccolta differenziata, immaginate che sarà da domani quel luogo, una discarica a cielo aperto. Salute, che dire, Maroni non poteva scegliere luogo migliore. Forse non sa, ma il sottosegretario Mantovano si, che Oria non ha un Ospedale.


Logistica

I libici potranno arrivare a Taranto via nave o a Brindisi via aereo. Senza andare troppo lontano, forse sarebbe stato meglio utilizzare l'interporto nella zona industriale di Francavilla, mai utilizzato ma comunque dotato di strutture al coperto, di bagni, docce e piazzali asfaltati che è costato diversi Milioni di Euro ma non è mai stato utilizzato in nessuna occasione. Poteva essere l'occasione buona. Invece no, Oria, Strada provinciale per Manduria. Sia che i Libici arrivino da Taranto sia che arrivino da Brindisi, gli autisti degli autobus seguiranno le indicazioni sulla Statale 7 e quindi usciranno tutti allo svincolo della Sant'Andrea. Ovviamente i Libici saranno contenti perché i crateri del manto stradale gli darà !'impressione di essere nella Tripoli bombardata. Poi naturalmente sarà necessario attraversare la città di Oria, magari con visita al Castello, sicuramente aperto per l'occasione. Nella speranza che le istituzioni, chi le rappresenta e chi aspira a rappresentarle, svolgano in modo appropriato il proprio ruolo, baciamo le mani, perché non dimenticate che i Libici si salutano così.

Angelo Lippolis

Controllare anche

Episcopio di Oria

Episcopio di Oria: progetto valorizzazione, primi in graduatoria regionale

Episcopio di Oria: progetto Città invisibile… finanziato per la valorizzazione e la fruizione dai visitatori del complesso Monumentale e del Museo diocesano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Tweet
WhatsApp
Email