Oria – Il Movimento Politico PILU sul corso ad indirizzo tecnologico: "Chi sa ci dica… per favore… senza peli sulla lingua!"

Apertura dell'indirizzo tecnologico presso lo Scientifico Ribezzo di Francavilla: "… normalmente è la stessa Provincia a dettare gli indirizzi alla Regione che, in genere, li recepisce in toto… Se così fosse stato, i conti non tornerebbero affatto e l'assessore provinciale Pomarico non potrebbe non essere a conoscenza delle scelte operate dall'organo esecutivo di cui fa parte."

 

A proposito del previsto avvio dell'indirizzo tecnologico presso il Liceo Scientifico Ribezzo di Francavilla Fontana, che così finirebbe per fare concorrenza al Liceo Scientifico Lilla di Oria, che l'indirizzo tecnologico ce lo ha già, uno dei candidati sindaco di Oria, nonché assessore provinciale all'agricoltura, Pomarico, nei giorni scorsi si esprimeva in questi termini: [ il presidente e l'amministrazione s'impegnino perché la Regione confermi il "no" all'apertura dell'indirizzo tecnologico presso lo Scientifico Ribezzo di Francavilla]. Sulla questione, però, è intervenuto anche il PD di Francavilla F/na (a sua volta ben rappresentato in Giunta Provinciale), opponendosi alla linea di Pomarico. A noi della Lista P.I.L.U. pare quantomeno singolare che la Regione possa aver deciso di interferire in via autonoma nelle politiche scolastiche brindisine. Ciò, perché, normalmente, è la stessa Provincia a dettare gli indirizzi alla Regione che, in genere, li recepisce in toto. Quindi, in questo caso, secondo prassi, l'assessore provinciale alla Pubblica istruzione Paola Baldassare (in quota all'UDC) dovrebbe aver varato un piano scolastico provinciale. Questo piano dovrebbe essere passato prima dalla giunta provinciale (di cui Pomarico fa parte) e poi essere partito alla volta della Regione. Se così fosse stato, i conti non tornerebbero affatto e l'assessore provinciale Pomarico non potrebbe non essere a conoscenza delle scelte operate dall'organo esecutivo di cui fa parte. Ecco perché chiediamo ai diretti interessati delucidazioni sulla faccenda per capire davvero come stiano le cose. Ci piacerrebe anche sentire il parere dei due consiglieri provinciali Fistetti e Ferretti. Intanto, allo stato, dal prossimo anno l'indirizzo tecnologico dovrebbe rientrare nell'offerta sia del Ribezzo di Francavilla sia del Lilla di Oria. Poi, come accade in questi casi, il responso su quale rimarrà aperto e quale invece dovrà chiudere potrebbe essere tutta una questione di forza, o, se si preferisce, di numeri: chi vanterà più iscrizioni, sopravvivrà. E Francavilla (ben rappresentata anche in Consiglio Regionale), la cui popolazione è numericamente superiore, parte senza ombra di dubbio avvantaggiata.

Oria, lì 4 febbraio 2011

Franco Arpa – Referente Movimento P.I.L.U.

Controllare anche

Episcopio di Oria

Episcopio di Oria: progetto valorizzazione, primi in graduatoria regionale

Episcopio di Oria: progetto Città invisibile… finanziato per la valorizzazione e la fruizione dai visitatori del complesso Monumentale e del Museo diocesano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Tweet
WhatsApp
Email