Oria – Pomarico: su sito archeologico notizie distorte e dannose

Il Sindaco di Oria, Cosimo Pomarico

«… Per quanto riguarda le notizie distorte che quotidianamente appaiono sulla stampa anche di livello nazionale, circa la nascita di un campetto di calcio sulla Necropoli dell’ex Seminario… Si tratta di fatti che… sono stati già verificati dagli Organi competenti (Magistratura compresa), e le procedure seguite… sono della competente Sovrintendenza e, nello specifico, risultano essere regolari ed in linea con la normativa in vigore.»

Città di OriaCittà di Oria

 

    Sia il programma elettorale che le linee programmatiche presentate in Consiglio Comunale mettono al centro di ogni iniziativa politica dell’Amministrazione, che mi onoro di rappresentare, il turismo culturale che è il principale valore aggiunto del turismo oritano: i nostri beni Culturali ed Archeologici sono il motore del turismo locale intorno ai quali si riconosce e si edifica l’identità storica della nostra Comunità. 
È la componente culturale a dare una grande spinta motivazionale nei confronti del Turista che sceglie Oria, grazie al magnetismo che esprime l’immenso patrimonio archeologico di cui siamo orgogliosamente portatori. 
“In stretta collaborazione con la Soprintendenza” è scritto nelle linee programmatiche “lavoreremo per il completamento e la valorizzazione del nostro Patrimonio Archeologico per una sua attiva fruizione culturale del Turista” attraverso una ”Carta Archeologica – Architettonica” aggiornata, con relativa bibliografia scientifica, in uno al recupero dell’area Archeologica di Via Erotodo, della Necropoli Ebraica di Monte Impisi, di quella Messapica in località Masseria Palombara, ecc.. 
Coerentemente con detto documento, nel mese di settembre scorso, ho avuto un incontro ufficiale con la Responsabile della Soprintendenza, con la quale ho concordato e definito le modalità operative per il recupero di detti siti, entro l’anno 2012. 
Questo per rasserenare alcuni Cittadini di Oria, che possono restare disorientati dall’affannoso tentativo di qualche Blog, di gettare discredito sulla mia persona e sulla mia Amministrazione, attraverso una disinformazione scientificamente ingannevole e pilotata, che finisce per gettare discredito, specie all’esterno, sulla nostra Città.

     
I nostri fatti e i nostri atti dimostrano, al contrario di quello che vogliono far credere, che, da Sindaco della intera Città, non solo di chi mi ha votato, sono fortemente impegnato a valorizzare i nostri Beni Archeologici e, dopo anni e anni di totale silenzio ed abbandono, ho già attivato concrete iniziative per valorizzare e recuperare i nostri Beni Culturali, quale risorsa fondamentale per lo sviluppo economico ed occupazionale del Territorio.

     Per quanto riguarda le notizie distorte che quotidianamente appaiono sulla stampa anche di livello nazionale, circa la nascita di un campetto di calcio sulla Necropoli dell’ex Seminario, come ho avuto modo di affermare in diverse occasioni, è stata aperta, dopo circa dieci anni, una operazione che considero perditempo, anche se apparentemente lodevole. 
Si tratta di fatti che, stante il tempo trascorso, sono stati già verificati dagli Organi competenti (Magistratura compresa), e le procedure seguite (condivisibili o meno) non hanno per niente interessato gli organi politici visto che la decisione di procedere, o meno, alla copertura dei Siti Archeologici, sono della competente Sovrintendenza e, nello specifico, risultano essere regolari ed in linea con la normativa in vigore. 
Né il Sindaco, né il Blogger di turno, né chi finge di ergersi a paladino della tutela del nostro patrimonio storico dopo che, quando era assessore, pensava a ben altro, hanno la competenza a dichiarare se un Sito Archeologico possa rientrare, o meno, nei piani di salvaguardia degli stessi. 
Credo, sia arrivato il tempo, di ponderare bene le iniziative da intraprendere per evitare di confondere i Cittadini e recare grave danno alla buona immagine delle Istituzioni e della Città. 
Una Città, la nostra, che ha invece, tante cose positive e straordinarie da raccontare e che non merita essere messa alla berlina da polemisti di professione "in servizio permanente effettivo": 
Tutti noi siamo convintissimi che ci sono tanti problemi da affrontare e da risolvere e di non vivere "nel migliore dei mondi possibili", ma bisogna evitare, per il bene di tutti, di rincorrere, chi comincia la giornata cercando il bersaglio quotidiano, per offendere la dignità e la moralità di persone da una vita oneste e trasparenti, il pretesto per generare una rissa, un motivo qualsiasi per alzare la voce e per aprire, senza alcun titolo, “indagini” su tutto e su tutti. 
Una situazione grave, che frena lo spirito di iniziativa degli Oritani e produce effetti micidiali sull’unità e la coesione sociale della nostra Comunità. 
Noi che amiamo veramente questa nostra Città, iniziamo la nostra giornata cercando di fare qualcosa di utile per tutti i nostri Concittadini anche se, a molti, tutto questo sta recando un grandissimo e morboso fastidio.

Il Sindaco di Oria

Cosimo Pomarico

Controllare anche

Episcopio di Oria

Episcopio di Oria: progetto valorizzazione, primi in graduatoria regionale

Episcopio di Oria: progetto Città invisibile… finanziato per la valorizzazione e la fruizione dai visitatori del complesso Monumentale e del Museo diocesano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Tweet
WhatsApp
Email