"Qualità e Sicurezza dei Prodotti di IV Gamma" al 5° Corso Europeo

ISBEM – Pianeta Salute – Mesagne – Antonio Cortese

Prodotti di IV Gamma a Berlino, oltre 100 i partecipanti al "Quality & Safety of Fresh-Cut" organizzato dall’Università di Foggia. Frutta e verdura fresca (già pulita, tagliata, imbustata e pronta per l’uso), dal produttore al consumatore, in tutta sicurezza.

 

     Questo il tema di "Quality & Safety of fresh-cut produce", il corso europeo sugli alimenti di IV Gamma, giunto alla sua quinta edizione.

     L'evento, ospitato a Berlino all'interno del Messe Berlin Exibition ground e conclusosi oggi, è stato organizzato  dall'Università di Foggia, in collaborazione con l’Università di Cordoba, laUnited Fresh Produce Association, ed il Distretto Agroalimentare Regionale della Puglia.

     La manifestazione, che si svolge in contemporanea con il Freshconex Fruit Logistica, fiera internazionale sui prodotti ortofrutticoli freschi e annoverata fra gli eventi più importanti del settore, ha raccolto attorno a sé più di 100 partecipanti fra studenti, ricercatori e rappresentanti dell'imprenditoria agroalimentare provenienti da tutta Europa, America, Asia, Africa.

     Il corso diretto dal prof. Giancarlo Colelli, ordinario della facoltà di Agraria dell'Università di Foggia, e dal Prof. Adel Kader, emerito della University of California Davis, offre un quadro completo sui procedimenti e sulle tecnologie che permettono ogni giorno di far arrivare nei banchi frigo di tutto il mondo prodotti agroalimentari qualitativamente ottimali e controllati.

     E la sicurezza igienico sanitaria è proprio uno degli argomenti di maggior interesse affrontati da docenti di prestigio internazionale nella tre giorni berlinese sulla IV Gamma.

     Ad alternarsi "in cattedra" tematiche come le tecniche di analisi e i nuovi sviluppi della microbiologia nel settore, i criteri di progettazione e sanificazione degli impianti, le tecniche di individuazione di corpi estranei e il controllo delle temperature durante la conservazione, il trasporto e la distribuzione.

     Se acquistare infatti pratiche confezioni di frutta e verdura fresca, pronte per l'utilizzo, non costa quasi nulla al consumatore che può comodamente scegliere in un supermercato la sua insalata in busta, o il suo ananas in vaschetta, il processo di realizzazione non è altrettanto semplice.

     Prima di essere puliti, lavati, tagliati e imballati, ad essere selezionati sono soltanto i vegetali della migliore qualità che devono possedere specifiche caratteristiche organolettiche ed essere in grado di resistere al ciclo di trattamenti necessari a garantirne la distribuzione sul mercato. Dopodiché frutta e verdura vengono rapidamente processati per garantire ai consumatori un prodotto non solo fresco, ma anche sicuro.

     "L'organizzazione di eventi come questo – ha dichiarato il prof. Colelli – ha il grande merito di avvicinare il mondo della ricerca del settore agroalimentare a quello delle imprese impegnate nella filiera dei prodotti del fresh-cut.

     Creare piattaforme comuni, come questa, in cui esperti internazionali si confrontano, analizzando problematiche e offrendo direttamente alle aziende soluzioni innovative, può essere una tra le strategie più efficaci per diffondere procedimenti e tecnologie  sempre più efficienti che potrebbero essere implementate a livello industriale migliorando sicurezza e qualità dei prodotti di IV gamma".

Articolo scritto da Annalisa Andreo per ISBEM – Una “buona pratica” che coinvolgeRicercatori del Mezzogiorno.

Un atto concreto per aiutare chi crede nella buona Ricerca per il PIANETA SALUTE e che la buona Ricerca può essere fatta nel Sud dai giovani del Sud. 
Destina il tuo 5×1000 all'ISBEM – CF 01844850741 che da anni si impegna con questo obiettivo. 

Controllare anche

Emergenza-sangue-Luigi-Avis

Emergenza sangue in corso: anche le raccolte straordinarie non bastano

Emergenza sangue in corso: Luigi, lavaggista testimonial Avis del mese di Luglio, ricorda che esistono piaceri da soddisfare, ma anche persone da aiutare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Tweet
WhatsApp
Email