Resoconto dell’Amministrazione Ferretti? Nulla di nuovo sotto il sole

Il Movimento Socio Politico Oria è: i cittadini sappiano che il resoconto dell’Amministrazione Ferretti è solo un elenco di atti dovuti e non rinviabili.

Oria è

Resoconto dell’Amministrazione Ferretti? Nulla di nuovo sotto il sole

Movimento Socio Politico
Oria è
Il resoconto sull’attività amministrativa dei primi mesi diramato dal sindaco Ferretti è l’opportunità per spiegare alla Città come stanno veramente oggi le cose.
L’elenco fatto dal Sindaco Ferretti dei “risultati raggiunti”, lo hanno già detto altri in questi giorni, è uno sterile elenco di procedimenti già avviati da anni che un’amministrazione ha il dovere di portare avanti e, se possibile, di concludere sia sotto il profilo del principio della continuità amministrativa che sotto il profilo contabile e finanziario, per non vedersi revocati finanziamenti già utilizzati con il conseguente obbligo della restituzione delle risorse già impiegate.
Nulla di nuovo sotto il sole.
Che poi, addirittura, ci sia in questo elenco anche la rendicontazione di opere già completate, o quasi completate, dà la cifra di quanto sia bassa l’acqua della propaganda ferrettiana, come l’acqua di uno stagno che va prosciugandosi, ormai troppo poca per i pochi pesci rimastici.
Anche questa attività è esclusivamente amministrativa, dovuta per legge a fronte dell’utilizzo di risorse pubbliche per la realizzazione di un’opera pubblica.
Nulla di nuovo sotto il sole.
I cittadini sappiano, insomma, che quella che è stata spacciata per una pletora di importanti risultati altro non è che una serie di atti dovuti e non rinviabili, pena severe sanzioni anche in termini di responsabilità contabile e la revoca stessa dei finanziamenti.
Nulla di nuovo sotto il sole, semplice ordinaria amministrazione.
È vero invece come il programma elettorale sia tutto lì, sulla carta, nel ricordo dei comizi, nell’enfasi della propaganda elettorale.
È vero invece come i metodi di governi siano gli stessi, sempre maledettamente gli stessi, sempre legati alla gestione clientelare, pregni di un idea della res pubblica come propria, lontana anni luce dai bisogni, dalle aspettative, dalle ambizioni dei cittadini.
Nulla di nuovo sotto il sole.
Non possiamo dimenticare, e dobbiamo stigmatizzare, anzi, e con forza e chiarezza, la gestione delle questioni amministrative e politiche in seno alla giunta comunale e lo svolgersi dei rapporti politici interni fra partiti e consiglieri, per come clamorosamente denunciati dall’assessore dimissionario Anita Sartorio.
Valga la pena ricordare come nessuno abbia smentito il j’accuse dell’assessore dimissionario, con la sola eccezione del consigliere Biasi, immediatamente zittito da una contro replica ancor più efficace. Eppure l’assessore Sartorio aveva denunciato gravi lacune amministrative,
strani giochi politici, pesanti interferenze esterne, metodi opachi di gestione, accuse gravissime rispetto alle quali il nostro movimento invita tutti alla riflessione e chi di dovere a verificare ed accertare.
Nulla di nuovo sotto il sole.
O vogliamo far finte di nulla sulle dinamiche ed anche sulle divisioni interne alla maggioranza, a cambi di casacca già avvenuti o in corso di svolgimento, che fanno tornare il pensiero a passate grandiose strategie di alta politica, in cui il dividi et impera era il miglior metodo per tenere tutti insieme e tutti divisi, ispirati esclusivamente da logiche appartenenti alla peggiore politica, quella di chi vuol contare sempre di più, per soddisfare interessi di bottega e promesse elettorali. O vogliamo tacere del tentativo del partito democratico, i cui rappresentanti, dopo una poco onorevole e clamorosa sconfitta, sono alla affannosa ricerca di un posto nella maggioranza di centro-destra del sindaco Ferretti, vittorioso grazie
alla strana alleanza con il PD?
Nulla di nuovo sotto il sole.
E vogliamo, per adesso, concludere sull’ultima trovata del sindaco Ferrettti, lo studio di fattibilità per la rilevazione delle buche stradali, affidato con soldi dei cittadini a un ex consigliere comunale: un pessimo esempio di gestione delle risorse pubbliche, in cui l’invenzione di un incarico non è utile a nessuno se non a chi dovrà incassarne il compenso.
Possibile, sia pure per ipotesi ammessa l’utilità, che l’ufficio tecnico non fosse in grado di provvedervi? Possibile che non poteva dirsi a uno o a più di uno dei lavoratori socialmente utile di provvedervi, sotto la direzione dell’UTC?
Nulla di nuovo sotto il sole.
Ma come poteva vedersi qualcosa di nuovo sotto il sole se il ceto politico che decretò la fine della prima amministrazione Ferretti e tutto lì a sostenere la seconda?
Molti cittadini sono increduli di fronte a quanto sta accadendo e cambierebbero volentieri voto se potessero tornare indietro. Noi siamo rispettosi del voto dei cittadini. Ma proprio ai cittadini, all’opinione pubblica chiediamo che facciano sentire forte il malessere e la delusione.

Comunicato (originale)

Il Coordinatore
Avv. Gianluca Schifone

[Google]

Controllare anche

Amministrazione trasparente Carbone D Ippolito

Amministrazione trasparente? A Oria resta solo uno spot elettorale?

Amministrazione trasparente, Carbone e D’Ippolito: escluse le imprese locali per la fornitura di generi alimentari. Criteri adottati per l’emergenza?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share13
Tweet
WhatsApp
Email