Home / Oria / Rischio Commissario ad acta per approvare il Bilancio di previsione

Rischio Commissario ad acta per approvare il Bilancio di previsione

Rischio Commissario ad acta per approvare il Bilancio di previsione a Oria: si profila un Record per la Coalizione del Cambiamento guidata da Carone.

Rischo commissario ad acta Oria Carone

Rischio Commissario ad acta per approvare il Bilancio di previsione a Oria, in meno di un anno di amministrazione Carone si tratterebbe di un Record.

L’amministrazione Carone non è ancora in grado di approvare uno schema di bilancio di previsione.

LA NEVE SI È SCIOLTA…
La coalizione del cambiamento fallisce il primo vero appuntamento politico.
L’amministrazione Carone non è ancora in grado di approvare uno schema di bilancio di previsione che adesso dovrebbe essere predisposto da un commissario e sottoposto all’esame del Consiglio Comunale.
Per una coalizione, che aveva fatto delle presunte capacità tecniche un punto di forza, è una vergogna politica che non ha precedenti nella storia della città di Oria.
Cercano di mascherare la loro inadeguatezza con illegittime convocazioni del Consiglio Comunale che non rispettano i termini e soprattutto non tengono conto di elementari regole di democrazia e partecipazione.
Solo il dilettantismo politico può far ritenere a questa amministrazione che l’approvazione del principale documento di programmazione (bilancio di previsione) sia un evento urgente e straordinario!
Di urgente c’è solo il bisogno di un’amministrazione competente, mentre di straordinario c’è la totale assenza di trasparenza, utilizzata solo nelle parole ma non nei fatti.
Ad oggi non hanno prodotto nessun documento, non hanno coinvolto nessuno (alla faccia dei proclami) smentendo, semmai ce ne fosse bisogno, quanto avevano promesso.
I puerili tentativi del Presidente del Consiglio di coprire i propri errori sono stati smascherati, inducendolo a smentire sé stesso e a riconvocare un Consiglio serale domenicale senza comunque convocare tutti i consiglieri, visto che il Consigliere Carbone non ha ricevuto la notifica della nuova convocazione.
Cercheranno di dirvi che stanno riducendo le tasse, ma anche questa cosa, come tutte le promesse, è solo una bolla di sapone… e ve ne accorgerete ben presto.
Molto probabilmente non parteciperemo a questo Consiglio che riteniamo convocato in modo illegittimo, in quanto, a nostro parere, non si è in presenza di motivi rilevanti ed indilazionabili dovuti a fattori imprevisti e/o imprevedibili, bensì conseguenze di un pressappochismo politico, nonché superficiale gestione che ha causato una mancata pianificazione ed organizzazione nella calendarizzazione delle incombenze preconsiliari.
A questa farsa forse non parteciperemo, ma siamo pronti a discutere dei contenuti quando saranno capaci di presentare un vero bilancio che temiamo sarà predisposto da un commissario ad acta, visto che Sindaco e Vicesindaco non sono stati in grado di farlo nel rispetto dei termini.
I consiglieri di minoranza:
Giuseppe Carbone, Francescantonio Conte, Domenico D’Ippolito, Cosimo Ferretti, Antonio Fullone, Giancarlo Marinò

Uno sguardo al recente passato:
Coalizione per il Cambiamento: Maggioranza inesistente, Oria senza futuro

L’opposizione incalza il Sindaco: apra ufficialmente la crisi amministrativa

Bilancio, il sindaco Ferretti senza Maggioranza: richieste le dimissioni

Approvato il Bilancio, il Sindaco: necessaria una verifica di Maggioranza

Controllare anche

Ciccio Conte Capogruppo di Fratelli Italia

Ciccio Conte Capogruppo di Fratelli d’Italia alla Provincia di Brindisi

Ciccio Conte Capogruppo di Fratelli d’Italia alla Provincia, eletto a Oria nella lista civica di Giuseppe Carbone, prende le distanze da Lega e Forza Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi176
Tweet
WhatsApp
Email