Rottura dei rapporti tra Milites Friderici II e Pro Loco di Oria

Torneo-Cavalieri-2015

Si è giunti praticamente ai cosiddetti ferri corti: sono state confermate le dimissioni del Consigliere della Pro Loco, Ennio Suma, e annunciate le defezioni di altri collaboratori, da De Tommaso e Epifani a Candita, che assicurano la propria collaborazione solo per quest’ultimo anno.

Comunicato stampa ufficiale del Consiglio Direttivo della Compagnia d’Arme “Milites Friderici II”:
“In relazione agli ultimi avvenimenti legati alla 49ª edizione del Corteo e Torneo dei Rioni, la Compagnia d’Arme Milites Friderici II di Oria, intende con il presente comunicato esprimere la propria posizione al riguardo e chiarire i rapporti che attualmente intercorrono con l’Associazione Turistica Pro Loco di Oria.
A seguito degli avvenimenti accaduti venerdì 10 Luglio in sede di Consiglio Direttivo presso la Pro Loco, viste:
– le infamanti accuse mosse nei confronti del nostro sodalizio e del nostro Presidente;
– l’impossibilità di un dialogo costruttivo e la chiusura mentale che impedisce ogni tipo di confronto autocritico mirato alla crescita dell’intera manifestazione;
– appurata l’imperante autocelebrazione di qualche elemento della Pro Loco e la presenza di soggetti che hanno dimostrato, ancora una volta, di essere inadatti alla gestione di una importantissima risorsa turistica della nostra città,
Dichiariamo conclusa ogni collaborazione tra i Milites Friderici II e la Pro Loco di Oria.
Per il solo rispetto verso l’Istituzione Comunale rappresentata dal sindaco Mimino Ferretti, che si è responsabilmente impegnato in una mediazione con la prospettiva futura di un radicale cambiamento, per la manifestazione nel grembo della quale siamo nati, per i cittadini di Oria e per i Rioni, che meritano il rispetto da parte di una Pro Loco lontana, contrariamente a ciò che dovrebbe rappresentare, dal territorio e dalle sue esigenze, il Consiglio Direttivo della Compagnia d’Arme ha deciso di partecipare ugualmente al Corteo dei Rioni: sfileremo, come ogni anno, per omaggiare la città e le persone, nessun altro.
In relazione alla posizione di Cosimo De Tommaso, nostro socio e direttore artistico, al quale fu chiesta collaborazione solo per poi essere oggetto di un immeritato trattamento -irrispettoso e avvilente-, si dichiara che il suddetto curerà esclusivamente il prologo della cerimonia di presentazione del Palio, che avverrà sabato sera in piazza Manfredi, appoggiato e coadiuvato da tutta l’Associazione.
In merito al ruolo di Lucio Epifani, costumista della Pro Loco, storica figura di Araldo nonché istruttore del Reparto di Cavalleria della Compagnia d’Arme “Scuderia Nisi” e a quello dello staff del settore costumi che ha condiviso le decisioni della Compagnia d’Arme sopra espresse, si dichiara che riprenderà le sue funzioni solo per garantire ai figuranti un’efficienza nella consegna degli abiti che senza di lui sarebbe difficile avere.
A riguardo la figura del Cerimoniere da anni interpretata da Francesco Candita, si dichiara la sua ultima partecipazione alla manifestazione, in conseguenza degli attacchi subiti in merito alla partecipazione – e alla vittoria- della Compagnia d’Arme al progetto ministeriale “Giovani per il Sociale”.Per ultimo si confermano le dimissioni di Ennio Suma, consigliere della Pro Loco giunto alla sua 49esima partecipazione al Corteo e Torneo dei Rioni, motivate da una impossibilità di continuare, nonostante ogni buon proposito, a collaborare con l’attuale direttivo incapace di riconoscere i propri limiti e di mettere a frutto tutte le risorse territoriali presenti, diverse da quelle economiche.
Il Torneo è di Oria e degli oritani: cerchiamo insieme il coraggio di riprendercelo.
Il Consiglio Direttivo della Compagnia d’Arme “Milites  Friderici II” – comunicato ufficiale”
[Google]

Controllare anche

Episcopio di Oria

Episcopio di Oria: progetto valorizzazione, primi in graduatoria regionale

Episcopio di Oria: progetto Città invisibile… finanziato per la valorizzazione e la fruizione dai visitatori del complesso Monumentale e del Museo diocesano.

Un commento

  1. Fatto bene, ben gli sta alla pro loco… E’ un ammasso di de***** che non ha e non deve avere nulla a che fare con la compagnia d’arme Milites Friderici II.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Tweet
WhatsApp
Email