Home / Oria / Oria, operazione di scrutinio nella sezione 10: presentato ricorso al Tar

Oria, operazione di scrutinio nella sezione 10: presentato ricorso al Tar

Assegnazione del Premio di Maggioranza: presentato ricorso al Tar per grave violazione delle leggi durante le operazioni di scrutinio nella sezione n. 10.

Ricorso Tar scrutinio

Ricorso in materia elettorale presentato al Tar di Lecce da Antonio Metrangolo, cittadino elettore e candidato alla carica di Consigliere Comunale più suffragato del Comune di Oria, per la lista “LIBERI” collegata al candidato Sindaco non eletto Giuseppe Carbone, rappresentato e difeso dall’avv. Roberto Palmisano, per grave violazione delle leggi durante le operazioni di scrutinio nella sezione n. 10.

Premesso che: “…Al gruppo di liste collegato al candidato Sindaco Giuseppe Carbone veniva attribuito n. 4556 voti validi (pag.14 Verbale Ufficio centrale primo turno) pari al 49,11% dei voti validi conseguito dai candidati Sindaci e non superando per appena 83 voti il 50% dei voti validi pari a n. 4639:
… viene attribuito il premio di maggioranza e quindi n. 10 consiglieri (invece che 7) al gruppo di liste collegato al candidato Sindaco eletto e n. 6 (invece che 8) consiglieri al gruppo di liste collegato al candidato Sindaco non eletto, determinando così la esclusione del ricorrente (Antonio Metrangolo), candidato con la lista “Liberi”, dal consiglio comunale e conseguente proclamazionedegli eletti avvenuta in data 16 lugiio 2918.
Determinanti ai fini del risultato finale, e quindi dell’attribuzione del premio di maggioranza, che ha provocato la esclusione dal consiglio comunale della lista “Liberi” e quindi del ricorrente più suffragato in preferenze, per appena 83 voti, sono stati i 788 votanti del seggio elettorale n.10 dove c’è stata grave violazione di legge durante le operazioni di scrutinio e dove si è registrata anche l’anomalia relativa all’assenza completa di schede bianche scrutinate.”

Dalle osservazioni di Leonzio Patisso rappresentante di lista presso l’Ufficio Centrale del Comune di Oria Elezioni Amministrative del 10 Giugno 2018 con turno di ballottaggio del 24 Giugno 2018 allegate al verbale dell’Ufficio Elettorale Centrale si evince che:
Alle 9,30 del 10/06/2018 (si riferisce evidentemente al giorno dopo 11 Giugno durante le operazioni di scrutinio e non al 10 giorno delle elezioni)

il sottoscritto si è recato presso il seggio elettorale n.10 (definito nel verbale “cit‐ tadino contrario”) ed ho notato che lo scrutinio era in corso, le schede votate veni‐ vano estratte dall’urna dallo scrutatore Barbaro Giovanni ma le funzioni di Presiden‐ te del seggio elettorale, cui venivano consegnate le schede votate per l’assegnazione del voto e della preferenza, venivano svolte dal sig. Strabone Oreste dipendente del Comune di Oria categoria A con funzioni ausiliarie addetto all’ufficio elettorale comunale con l’incarico di ricezione e trasporto dei plichi. (si allega stam‐ pa 4 fotogrammi estratti dal video che si produce su allegato CD informatico per costituirne parte integrante, a supporto e documentazione delle presenti osserva‐ zioni, in cui si vede chiaramente lo scrutatore Barbaro che estrae le schede e le
porge allo Strabone che esercita le funzioni di Presidente di seggio)
Ho subito chiesto chi aveva nominato ex art. 20 ultimo comma DPR 16I05I1960 n. 570 Presidente di seggio il sig. Strabone Oreste sprowisto di tutti i requisiti previsti dalla legge per svolgere le funzioni di presidente di seggio e tralaltro anche incom‐ patibile con quelle funzioni ai sensi dell’art. 23 lettera “e” del DPR 16/05/1960 n. 570 in quanto componente dell’ufficio elettorale comunale addetto alla ricezione e trasporto dei plichi.
Mi veniva fatto presente che sia gli scrutatori che il presidente erano impossibilitati a svolgere le loro funzioni e che lo stesso Strabone Oreste non era stato nominato da nessuno e stava “dando una mano” sin dalle 6,30 per poter chiudere lo scrutinio.

Risulta evidente come lo svolgimento di fatto delle funzioni di Presidente dei Seggio Elettorale durante le delicate operazioni di scrutinio e di attribuzione/annullamento del voto da parte di soggetto non autorizzato (praticamente abusivo) che non ha neppure i requisiti previsti dalla normativa e peraltro incompatibile con le predette funzioni, anche indipendentemente dalla dimostrazione dell’interesse concreto e attuale del ricorrente come candidato consigliere comunale essendo il ricorrente legittimato ad agire anche in qualità di cittadino eiettore, vizia insanabilmente la composizione dell’ufficio elettorale e travolge la regolarità delle operazioni elettorali compiute nel seggio incidendo sulla formazione della volontà dell’organo, attesa la natura delle funzioni affidate al Presidente del Seggio.

Ricorso elettorale Tar Metrangolo

Controllare anche

Settimana mobilita calendario week

Calendario iniziative della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile

Settimana Europea della Mobilità Sostenibile - European Mobility Week: calendario delle iniziative che si terranno ad Oria dal 16 al 22 settembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi19
WhatsApp
Tweet
+1