Home / Archivio / L'Oritano / Strada Sant'Andrea: dura replica di Ferretti a Fistetti e Pomarico

Strada Sant'Andrea: dura replica di Ferretti a Fistetti e Pomarico

Cosimo ferretti, Consigliere Provinciale del PDL

Sale in cattedra il PROFESSORE Fistetti, Consigliere Provinciale modello. Sale in cattedra e dispensa bacchettate e lezioncine elementari al sottoscritto con dichiarazioni saccenti ed offensive che, comunque, si commentano da sole. Grazie di tanto sapere al PROFESSORE Fistetti che però, ad un certo punto, preso ormai da un irrefrenabile fervore, e convinto di aver studiato bene, si spinge in un campo per lui minato qual è quello dell'Area Vasta, e qui impietosamente SCIVOLA sulla classica buccia di banana dimostrando che non è importante solo la quantità delle sedute delle Commissioni Provinciali cui si partecipa, ma soprattutto la qualità di tali partecipazioni.

Una facile osservazione da fare è la seguente: indipendentemente dalle fonti di finanziamento individuate per la realizzazione della strada Sant’Andrea, i relativi importi previsti nel progetto preliminare agli atti della provincia devono risultare dal programma annuale e triennale delle opere pubbliche 2010-2012. Ma così non è: lo dicono impietosamente le carte scritte dalla maggioranza in Provincia e di prossima approvazione con il bilancio di previsione 2010. Purtroppo, senza tali adempimenti, non è possibile “la politica del fare” di Ferrarese (ed ora anche di Pomarico, almeno a quanto lui stesso dice).
Fa quasi tenerezza il Consigliere Fistetti quando riferisce: «… attendiamo altri due milioni e mezzo dai fondi dell’AREA VASTA».Verrebbe di dire: “aspetta e spera…” o, se si preferisce, “campa cavallo…”. Perché? Semplice: non solo perché presentare una scheda progetto all’Area Vasta crea semplicemente un presupposto per un eventuale (ed al momento, a dire il vero, piuttosto improbabile) finanziamento, ma soprattutto perché la Provincia in pratica non ha mai presentato un progetto da inserire nel piano strategico di Area Vasta avente ad oggetto la strada Sant’Andrea.
D’ora in avanti è opportuno che Fistetti verifichi meglio le informazioni che gli vengono riferite: il PROFESSORE eviterà così per il futuro lo smacco di essere nuovamente e clamorosamente smentito dall’alunno assenteista! L’Amministrazione Provinciale si è limitata semplicemente a dichiarare la priorità di un intervento per il raccordo dell’abitato di Oria con la superstrada Taranto-Brindisi nella riunione del 24 aprile del Comitato dei Sindaci dell’Area Vasta Brindisina nella quale si discuteva del P.U.M. (traduciamo per Fistetti: Piano Urbano della Mobilità). Stranamente, ciò è avvenuto solo avanti ieri, dopo circa un anno di partecipazione dell’Amministrazione Provinciale in carica ai lavori dell’Area Vasta. E comunque, anche quando il P.U.M. sarà approvato, ciò non significherà aver ottenuto o sperare di ottenere i fondi necessari. Riportare come prioritario un intervento in un documento qual è il piano della mobilità, costituisce una semplice dichiarazione di intenti e niente più!
Che dire poi dell’Assessore Pomarico che ancora si interroga sul perché Ferretti sia intervenuto sulla questione. Glielo spieghiamo: in qualità di Consigliere Provinciale eletto nel collegio di Oria e di Sindaco della stessa città, Ferretti vuole far si che non trascorrano altri decenni prima di vedere completa una strada vitale per lo sviluppo del territorio che amministra, quello sviluppo di cui qualcuno sembrava essere preoccupato un anno, fa in campagna elettorale, ed ora che amministra alla Provincia sembra essersene dimenticato. l’Assessore Pomarico, pur avendo deliberato lo spostamento di risorse (lo scippo, per intenderci) in danno della Sant’Andrea in Giunta Provinciale il 25 marzo scorso con il programma triennale delle opere pubbliche, lo addebita alla precedente Amministrazione Provinciale dei suoi COMPAGNI di oggi (ben 6 dei suoi 9 colleghi assessori erano Consiglieri di maggioranza durante l’amministrazione Errico!). Tutto ciò è veramente singolare! È la solita storia dello scaricabarile, solo che il nostro assessore lo fa contro i suoi stessi amici di oggi! Deve convincersi, il buon assessore che in passato ha notoriamente orbitato nell’area di centro-destra, che anche lui è di centro-sinistra, gli piaccia o no; è inutile girarci intorno! Nonostante tutto ciò, ha la sfacciataggine di scaricare le responsabilità sue e dei suoi amici di sinistra sullo scrivente che, comunque, pur essendo sempre stato all’opposizione, ha determinato con i suoi emendamenti ai vari bilanci la quasi totalità degli interventi oggi inseriti nel Programma Triennale dei Lavori Pubblici riguardanti il territorio di Oria: possiamo dimostrarlo.
Rinfreschiamo le idee all’Assessore anche riguardo al contributo al Torneo dei Rioni: l’aumento da diecimila a ventimila euro risale al bilancio di previsione 2008 ed è ascrivibile ad un emendamento presentato da Ferretti, nonostante fosse in minoranza. La riduzione dell’anno scorso a diecimila euro è stata fatta dai suoi amici di sinistra che avevano pubblicamente garantito che in occasione di una successiva variazione di bilancio avrebbero rimpinguato il relativo capitolo, salvo essere smentiti poi dai fatti. Oltretutto questa mancanza poteva e doveva essere riparata dalla nuova Amministrazione nel frattempo insediatasi: L’AMMINISTRAZIONE DELL’ASSESSORE POMARICO, per intenderci! Infine per ciò che riguarda l’assenza del sottoscritto durante la votazione del bilancio provinciale dello scorso anno, si è trattato di una uscita dall’aula concordata con le forze di opposizione proprio per manifestare il dissenso al bilancio che stava per essere approvato; insomma una precisa scelta politica. Ma l’Assessore Pomarico queste cose le sa bene, per averle messe in pratica tante volte nel recente passato in cui ha rivestito la carica di Consigliere Comunale di Oria.

Documento originale
Oria, 26 aprile 2010.

F.to Cosimo Ferretti
Consigliere Prov.le PDL

Controllare anche

Autovelox fisso sulla circonvallazione Oria

Autovelox fisso sulla circonvallazione: Amministrazione fa ennesima gaffe

Autovelox fisso sulla circonvallazione: per la Lega Salvini Premier di Oria si tratta dell’ennesima gaffe compiuta dall’Amministrazione del Cambiamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi
Tweet
WhatsApp
Email