Tavola rotonda per protocollo d'intesa per il centro antico di Oria

Archeoclub d’Italia – sede locale di Oria (BR) – Dott. Barsanofio CHIEDI (presidente)

L’Archeoclub d’Italia – Terra di Brindisi e la Confartigianato di Oria, organizzano per giovedì 24 novembre 2011 una tavola rotonda che serva ad avviare un protocollo d’intesa per ricreare l’armonia architettonica nel “centro antico” di Oria.

Tavola rotonda per protocollo d'intesa per il centro antico di Oria

     La cura e la rivalutazione del patrimonio architettonico e paesaggistico dei centri come Oria richiede, oltre a un condiviso interesse comune, la sinergie delle istituzioni e delle realtà presenti e operanti sul territorio. Muovendosi in tal senso l’Archeoclub d’Italia – Terra di Brindisi e la Confartigianato di Oria, organizzano per giovedì 24 novembre 2011 una tavola rotonda che serva ad avviare un protocollo d’intesa per ricreare l’armonia architettonica nel “centro antico” di Oria. L’iniziativa, che si terrà presso la sala riunioni della Confartigianato di Oria (via Latiano, 133/b) con inizio alle ore 18.30, vedrà un pubblico dibattito cui parteciperanno i rappresentanti delle realtà interessate a portare avanti il progetto del protocollo d’intesa:

Cosimo Pomarico (sindaco della Città di Oria),

arch. Augusto Ressa (Sovrintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Lecce, Brindisi e Taranto), 

arch. Fulgenzio Clavica (presidente dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Brindisi),

geom. Nicola Iaia (presidente del Collegio dei Geometri della Provincia di Brindisi).

ing. Cosimo Pescatore (delegato dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brindisi),

dott. Giovanni Carrozzo (presidente della Cassa Rurale e Artigiana di Erchie e Oria).

Sarà inoltre presente una delegazione della Scuola Edile di Brindisi.

Coordineranno i lavori il dott. Barsanofio Chiedi (presidente Archeoclub d’Italia – Terra di Brindisi)

e il

dott. Alfonso Panzetta (direttore Confartigianato Oria).

Questo avvio d’intesa tra istituzioni, ordini professionali, associazioni di categoria e enti economici rappresenta un concreto passo avanti dunque sulla strada della rivalutazione del centro antico oritano, le cui opere di risanamento sia pubbliche che private richiedono particolare attenzione perché siano in armonia con la natura architettonica.

Oria, 22 novembre 2011

Dott. Barsanofio CHIEDI

(Presidente)

Controllare anche

Episcopio di Oria

Episcopio di Oria: progetto valorizzazione, primi in graduatoria regionale

Episcopio di Oria: progetto Città invisibile… finanziato per la valorizzazione e la fruizione dai visitatori del complesso Monumentale e del Museo diocesano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Tweet
WhatsApp
Email