Home / Archivio / Dalla provincia / Uggiano Montefusco – Parrocchia Maria SS. Assunta – Dedicazione della Chiesa

Uggiano Montefusco – Parrocchia Maria SS. Assunta – Dedicazione della Chiesa

Don Salvatore Rubino – Dott. Pierdamiano Mazza

Il Parroco della Chiesa Matrice Maria SS. Assunta di Uggiano Montefusco (TA), don Salvatore Rubino, annuncia la “Dedicazione della Chiesa” per lunedì 30 maggio p.v. Rito definitivo di consacrazione del luogo sacro uggianese che 217 anni fa fu solo benedetto per facilitare il trasferimento delle funzioni religiose dalla piccola Cappella di San Nicola, dove erano state provvisoriamente svolte le funzione per tutto il tempo della costruzione della Chiesa Grande. Programma.

Uggiano Montefusco - Parrocchia Maria SS. Assunta - Dedicazione della Chiesa

 

Impegno ed entusiasmo si sta manifestando nel coinvolgere l’intera comunità per un evento di tale importanza, avviando innanzitutto una raccolta di foto, video e testimonianze scritte di tutta la storia dell’edificio che ha ospitato preghiere e sacramenti degli uggianesi da due secoli fino ad oggi.

Molto ricche ed interessanti le testimonianze fin ora giunte.

Domande e risposte

La nostra Chiesa è stata benedetta e non Dedicata.
Le norme e la prassi della Chiesa prevede la Dedicazione dopo la Benedizione?

Terminata la costruzione di una chiesa o di un oratorio pubblico, prima che si possa celebrare la messa, si deve procedere alla cerimonia della benedizione. Questa funzione non è riservata al vescovo; ma un sacerdote non può compierla senza il permesso dell'Ordinario. 

     La benedizione intende attirare la protezione divina sul luogo, affinché il culto possa essere dato a Dio senza i disturbi dell’avversario, e perché il Signore sia munifico verso coloro che in quel luogo pregano. 

Quindi i sacramenti, le benedizioni, il culto svolto nella attuale costruzione sono sempre stati atti graditi a Dio e utili alla crescita della comunità dei fedeli.

     Un luogo benedetto, a rigore, potrebbe essere dedicato in seguito ad altro scopo.
     Questo succede abbastanza spesso quando si intende costruire una Chiesa in un nuovo quartiere. Per non lasciare i fedeli privi di luogo sacro, ci si serve anzitutto di un capannone oppure si edifica un cripta. Prima di celebrarvi i sacramenti, questi locali vengono benedetti.
     Una volta costruita la Chiesa, capannone e cripta in genere vengono destinati ad altri usi parrocchiali.


Perchè si dedica una Chiesa?

Quando invece si procede alla dedicazione si intende trasferire in maniera permanente una realtà dall’uso profano all’uso sacro, e cioè al culto di Dio.

     Ogni chiesa cattedrale o parrocchiale deve essere consacrata. Ma questa cerimonia è possibile solo quando la chiesa possiede un altare fisso e questa è la condizione che spesso fa ritardare assai il rito della consacrazione.
 Il segno di riconoscimento della avvenuta consacrazione è costituito dalle crocette in forma greca che vengono affisse sui muri in varie parti della Chiesa. In passato si richiedeva che almeno in alcuni punti la Chiesa fosse di pietra. La pietra infatti è resistente al tempo e permane nei secoli e meglio esprime il senso del trasferimento perpetuo all’uso sacro.  

Dopo tanti anni (217) in cui si è celebrato il culto non si può ritenere la Chiesa dedicata? 

No. Una persona che vive, anche intensamente, gli insegnamenti del Vangelo non può ritenersi cristiano se non è battezzato. Così è per la chiesa. 

Perché non è stata consacrata la nostra Chiesa? 

Per molti anni – durante la costruzione dell’attuale Chiesa – la Comunità è stata “costretta” a svolgere tutte le funzioni liturgiche presso la piccola Cappella di San Nicola.

È facile immaginare che, terminata la costruzione, si è preferito subito trasferirsi presso la Chiesa più grande rimandando il Rito di Dedicazione.

Ci sono altre chiese antiche consacrate dopo molti anni?

La Chiesa di S. Petronio di Bologna (la sesta Chiesa più grande d’Europa) fu consacrata nel 1954 dal Card. Lercaro. La sua costruzione ebbe inizio nel XII secolo.


DEDICAZIONE DELLA CHIESA

PROGRAMMA

23 maggio 2011 ore 19,30 – Chiesa Maria SS. Assunta

Conferenza culturale: “La Chiesa nel tempo”

Relatore: Prof. Rosario Iurlaro (Storico e Antropologo)


Mostra fotografica: “Testimonianza di fede della nostra Comunità”

Ore 20,30 inaugurazione della mostra allestita nella Cappella di San Nicola

Si potrà visitare dal 23 maggio al 26 giugno


26 maggio 2011 ore 19,30 – Chiesa Maria SS. Assunta

Conferenza liturgica: “Il mistero della Chiesa”

Relatore: Mons. Antonio Valentino (Direttore dell’Ufficio Liturgico della Diocesi di Brindisi – Ostuni)


27 maggio 2011 ore 19,30 – Chiesa Maria SS. Assunta

Conferenza storica: “La nostra Chiesa nelle visite pastorali”

Relatore: Prof. Cosimo Pio Bentivoglio


29 maggio 2011 ore 19,30 Chiesa Maria SS. Assunta

Veglia di Preghiera per tutta la comunità in preparazione all’importante evento


30 maggio 2011 ore 19,00 Chiesa Maria SS. Assunta

Celebrazione della Dedicazione della Chiesa

Presiede la celebrazione S. E. Mons. Vincenzo PISANELLO


Il Parroco don Salvatore Rubino

e la Comunità parrocchiale

Controllare anche

A Oria, in contrada Gallana si festeggia la Madonna Assunta

Mercoledì 15 agosto 2018, in contrada Gallana, festeggiamenti per la Madonna dell’Assunta: Messe all’aperto, processione, fuochi, banda, complesso musicale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi
Tweet
WhatsApp
Email