Vivere la scuola Insieme: macro-progetto di cittadinanza attiva a Oria

Monaco-Vivere-la-scuola

Responsabili del progetto “Vivere la Scuola insieme” sono le docenti Ilde Modeo e Antonella Pungente del 2° Istituto Comprensivo “Monaco-Fermi” di Oria, Dirigente Scolastico, prof.ssa Silvia Madaro Medrangolo.

Con il macro-progetto “Vivere la Scuola insieme”, segno di apertura del 2° Istituto Comprensivo “Monaco-Fermi” di Oria al territorio e all’utenza in generale, si intendono sviluppare due tematiche distinte: la prima di educazione alla cittadinanza, con una manifestazione conclusiva il 20 novembre, giornata internazionale dei diritti dei bambini; la seconda, di carattere interdisciplinare, per condividere insieme la festività del Natale, con un evento finale previsto per il 18 dicembre.

Vivere le prime esperienze di cittadinanza significa scoprire l’altro da sé e attribuire progressiva importanza agli altri e ai loro bisogni; rendersi sempre meglio conto della necessità di stabilire regole condivise, implica il primo esercizio del dialogo che è fondato sulla reciprocità dell’ascolto, l’attenzione al punto di vista dell’altro e alle diversità di genere, il primo riconoscimento di diritti e doveri uguali per tutti; significa porre le fondamenta di un comportamento eticamente orientato, rispettoso degli altri, dell’ambiente e della natura”. (dalle Nuove Indicazioni Nazionali del 2012) La Scuola è la prima “società” nella quale il bambino impara le regole della condivisione, della partecipazione, del dialogo e concorre allo sviluppo di una cultura del riconoscimento e del rispetto. Attraverso l’esperienza scolastica il bambino impara a “vivere con gli altri” in modo costruttivo, a sentirsi parte di una comunità, apprende i primi codici della comunicazione efficace, dell’amicizia, della cura dell’altro. Le finalità del progetto sono quindi quelle di sviluppare e far crescere nei bambini il concetto di cittadinanza, libertà, pari dignità, responsabilità, diritto, dovere, percorrere comportamenti di pace, approfondire il senso di appartenenza alla propria famiglia e alla propria comunità, interiorizzare le regole di una convivenza civile. Si cercherà di approfondire tutto ciò utilizzando come elemento di riferimento la Convenzione sui Diritti dell’Infanzia. Si prevede una manifestazione conclusiva nella mattinata del 20 novembre sul piazzale della scuola; in tale occasione saranno invitati i genitori e le altre scuole private e comunali presenti nel nostro territorio.

L’atmosfera del Natale induce tutta la comunità scolastica alla riflessione e alla condivisione di ciò che tale festività rappresenta. Quale occasione migliore per “Vivere la Scuola?”. Il Progetto, a carattere interdisciplinare, intende coinvolgere gli alunni del nostro Istituto Comprensivo, ma anche i genitori che lo desiderano e le altre agenzie educative presenti nel nostro paese, in attività che richiederanno impegno personale, ascolto e fiducia nei confronti degli altri e della propria persona con una maggiore disponibilità nella comunicazione. L’annuncio della “nascita di Gesù” si farà sentire di più se saremo in tanti.

Nella manifestazione finale, prevista per il 18 dicembre (tardo pomeriggio), si faranno volare delle mongolfiere con messaggi augurali e/o di pace nel mondo, musiche tradizionali e canti corali renderanno l’atmosfera più magica. La serata si concluderà con l’esibizione di una banda cittadina che sarà invitata a partecipare all’evento.

[Google]

Altri “Mi piace” e condivisioni su Facebook, qui.

Controllare anche

Episcopio di Oria

Episcopio di Oria: progetto valorizzazione, primi in graduatoria regionale

Episcopio di Oria: progetto Città invisibile… finanziato per la valorizzazione e la fruizione dai visitatori del complesso Monumentale e del Museo diocesano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Tweet
WhatsApp
Email